Web content editor: quando è davvero un professionista?

web content editorCome tutti i web content editor, mi trovo spesso in difficoltà a spiegare agli altri che lavoro faccio. Se facessi l’idraulico, l’elettricista o l’infermiere, sarebbe tutto più semplice. Nessuno farebbe domande per capire meglio: un idraulico è un idraulico, non c’è niente da capire. Ma che diamine è un web content editor?

Sperando di esser stato chiaro, ho già spiegato in un vecchio post chi è e che cosa fa un web content editor. Oggi, vorrei invece concentrarmi su un altro aspetto legato a questo mestiere. Vorrei infatti rispondere a questa domanda: quali sono le competenze che rendono un web content editor un vero professionista? Cioè: da che cosa si capisce se chi abbiamo davanti è realmente un professionista della creazione e della gestione dei contenuti web?

Qui sotto, indico quelli che, a mio giudizio, sono gli elementi distintivi del professionista che produce contenuti di qualità. Sarò drastico, ma io la vedo così: solo chi ha tutte queste caratteristiche ha un elevato profilo professionale. Dunque, un web content editor professionista:

 

1. Sa scrivere molto bene

La scrittura è il punto di partenza del mestiere. In effetti, questa figura professionale rientra nella categoria dei business writer, anche se – come vedremo più sotto – deve possedere anche competenze squisitamente tecniche.
Perciò, un bravo web content editor sa scrivere in modo fluido e preciso. Ha capacità linguistiche talmente sviluppate da saper comunicare con efficacia qualsiasi argomento a chiunque. La sua conoscenza della lingua italiana è profonda. Così tanto da evitargli non solo di commettere errori ortografici o errori grammaticali, ma da consentirgli di padroneggiare anche la punteggiatura.

 

2. Conosce le basi della SEO

Scrivere per il web significa anche scrivere per Google e per gli altri motori di ricerca. Attenzione: ho detto “anche” e non “solo”. Sul web occorre infatti pubblicare contenuti di qualità, che sono tali solo se vengono pensati per le persone. Non si fa mai un buon lavoro redazionale se si scrive tenendo conto unicamente del posizionamento sui motori!
La conoscenza delle basi di search engine optimizazion è comunque un requisito fondamentale per un web content editor. Perché l’ottimizzazione SEO di una pagina web riguarda anche i suoi contenuti. Non a caso, spesso si parla di SEO copywriting.

 

3. Conosce le differenti modalità di comunicazione online

Scrivere online è diverso che scrivere per la carta. La comunicazione sul web ha infatti regole tutte sue, diverse dalla comunicazione scritta tradizionale. I professionisti che lavorano sul web lo sanno bene. E sanno adeguare la loro comunicazione al mezzo. In particolare, sanno adeguare la comunicazione ai diversi strumenti che il web offre per comunicare. Quindi, sanno come creare contenuti web efficaci per un sito web, ma anche per un blog, per una landing page, per una newsletter, per un profilo aziendale sui social media ecc.

 

4. Sa quale grafica funziona sul web

Un web content editor non è certo un grafico, e avrà pertanto sempre bisogno di appoggiarsi a un bravo web designer. Però, conosce abbastanza bene il web design da sapere quali sono le cose che funzionano o no sul web. In questo senso, ha anche buone competenze di web usability, perché garantire agli utenti web una navigazione confortevole è indispensabile. Di conseguenza, un web content editor è in grado di poter fare delle scelte autonome su questi temi.
Rientrano inoltre tra le sue competenze la gestione di fotografie e la creazione di immagini non complesse. Per esempio, è sicuramente un compito del web content editor ridurre il peso delle immagini sul web e ottimizzarle in chiave SEO, affinché contribuiscano al posizionamento dei contenuti web e si posizionino nelle ricerche per immagini su Google & Co.

 

5. È un architetto di contenuti

Il web si fonda sui collegamenti ipertestuali. Con un clic ci spostiamo da una parte all’altra della Rete. Sempre con un clic, ci spostiamo da una parte all’altra di un sito o di un blog.
Affinché i nostri spostamenti su un sito web abbiano un senso logico, è bene che i contenuti di quel sito siano strutturati razionalmente. Queste strutture – o architetture – di contenuti vengono studiate proprio dal web content editor. È infatti lui che, dopo aver creato i contenuti, decide come organizzarli in una struttura che permetta una navigazione efficace. Un lavoro delicato e non sempre facile!

 

6. Ha delle competenze tecniche

Conoscenza di SEO a parte, un buon web content editor deve avere necessariamente delle competenze tecniche. Di che tipo? Sicuramente deve conoscere almeno le basi dell’HTML o del PHP. Attenzione: non voglio dire che debba possedere anche delle competenze da programmatore. A un redattore online non è certo richiesto di saper scrivere perfettamente il codice. Quello che intendo dire è che una conoscenza almeno basilare dell’HTML è indispensabile. Dopo tutto, un web content editor professionista ha a che fare quotidianamente con i tag title, con i tag H1, con i tag description e così via. Deve perciò sapere che cosa sono questi elementi del codice e a che cosa servono.
Inoltre, oggi come oggi, il lavoro di creazione e pubblicazione dei contenuti web avviene per mezzo di CMS. Pertanto, a questa figura professionale è richiesto di saper lavorare con i CMS più diffusi, WordPress e Joomla su tutti.
Insomma: una conoscenza tecnica è non solo auspicabile, ma addirittura necesaria per lavorare come web content editor.

 

7. Ha una presenza sul web professionale

Che significa? È impensabile che un professionista della scrittura online non abbia un proprio sito web o un proprio blog. Con il termine presenza, intendo anche un profilo LinkedIn aggiornato, e uno o più profili su altri social media (profilo Facebook, Twitter, Google Plus ecc.), in cui manifesta la propria competenza nella comunicazione per il web. Un web content editor dovrebbe poi essere attivo sui forum o sui siti di riferimento della sua comunità professionale.
Attenzione: non si tratta di tuffarsi su tutti i media disponibili online. Non è infatti possibile fare mille cose e farle tutte bene. Si tratta semplicemente di avere due-tre canali comunicativi ben curati e che trasmettono in modo trasparente le capacità professionali della persona. Ad ogni modo, non lasciare alcuna traccia di sé è inaccettabile per un professionista che lavora online!

 

8. Sa trasmettere il valore del proprio lavoro

(Aggiungo questo ottavo punto dopo il pertinente commento di Michela, che potete leggere più sotto).
Un web content editor professionista sa trasmettere l’importanza del proprio lavoro alle aziende per cui lavora. Sa cioè far capire ai propri committenti che la scrittura sul web non è un banale copia e incolla di testi già scritti dall’azienda per la carta o presi da chissà dove. Scrivere online è un mestiere che richiede una visione strategica, un’accurata pianificazione, una tecnica maturata attraverso anni di studio e di esperienza sul campo. Tutto questo è un valore aggiunto per l’azienda, e un professionista sa far passare questo concetto.

 

Queste sono per me le competenze distintive di un web content editor. Tu come la vedi? Sei d’accordo oppure ritieni che ci sia qualcosa da aggiungere o da togliere? Lascia un commento per dire la tua!

Loading Facebook Comments ...

2 pensieri su “Web content editor: quando è davvero un professionista?

  1. michela

    Concordo pienamente con i punti elecanti e ne aggiungerei un altro, a mio avviso non meno rilevante: riuscire a far capire l’importanza dei contenuti ad aziende e privati che si limitano a chiederti “una frase o una strofetta” e a ritenere la scrittura una sorta di copia e incolla improvvisato, o di estro creativo fine a se stesso, senza visione strategica, senza pianificazione, insomma senza alcun valore professionale. E quanti ce ne sono! Non trovi?

    Replica

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.