Come scrivere un post o un articolo velocemente

scrivere post articoloSi fa presto a parlare di inbound marketing, di storytelling, di content marketing. Siamo tutti d’accordo che i contenuti di qualità sono l’anima del web, e lo strumento più efficace attraverso cui le aziende possono valorizzare la loro presenza online. Ma creare contenuti pertinenti e utili per il pubblico di una nicchia è difficile.

Scrivere un post sul blog aziendale – o un articolo sul sito web istituzionale – che crei engagement è una bella sfida. Ogni volta che un web writer, un blogger o un webmaster si mettono davanti alla tastiera devono fare un piccolo miracolo. In effetti, è difficile mantenere alta l’attenzione del proprio pubblico, fornendogli notizie, dati e consigli che gli tornino utili. Rispetto all’impegno richiesto per la loro successiva gestione, creare un sito web o aprire un blog sono operazioni relativamente semplici.

Uno dei motivi per cui creare contenuti di qualità è così arduo è che scrivere qualcosa di veramente buono porta via molto tempo. La qualità ha bisogno di tempo. Difficilmente si possono scrivere post o articoli di successo in pochi minuti. Soprattutto se il blog e il sito hanno anche l’esigenza di far arrivare i propri contenuti web in alto nelle SERP di Google. In effetti, oggi come oggi, per nutrire fondate chance di posizionamento su Google, un contenuto dovrebbe avere almeno 1.500 parole.

Sappiamo però che il tempo a nostra disposizione è sempre scarso. Io stesso – che aggiorno questo blog cinque giorni su sette – faccio i salti mortali per far combaciare la mia attività di blogger con tutto il resto, vita privata inclusa. Eppure è indubbio che più si pubblicano contenuti e meglio è. Che fare allora per far fruttare di più il poco tempo a disposizione?

Innanzitutto, ti consiglio di dare un’occhiata a tre miei vecchi post, in cui parlo di tecniche di concentrazione, di gestione del tempo e del terribile vizio del procrastinare. In secondo luogo, potresti considerare di scrivere più veloce. No, non è uno scherzo! Ci si può organizzare per scrivere in modo più rapido, e quindi risparmiare tempo.

Ma come è possibile dotarsi di un metodo per essere più veloci nel proprio web writing? A questo proposito, ti consiglio di leggere i miei suggerimenti qui sotto. Dimmi poi che cosa ne pensi lasciando un commento!

 

  • Scegli l’argomento
    Per essere rapido nella scrittura, devi sapere bene che cosa vuoi dire. E questo lo puoi ottenere solo se hai ben chiaro in te l’argomento che vuoi trattare. Così facendo, saprai con esattezza da dove partire e, soprattutto, dove andare a parare. “Rem tene, verba sequentur” diceva Catone il Censore.
  • Scegli due-tre keyword
    Sì, lo so: l’ottimizzazione SEO dei contenuti non dev’essere spinta. Perché Google ama i contenuti scritti per le persone e non per gli spider dei motori di ricerca. Ripeto: lo so. Ma non ti sto mica dicendo di tornare ai tempi in cui si scriveva – lo facevo anch’io! – tenendo d’occhio la keyword density! Sto solo dicendo di scegliere qualche parola chiave, per creare un tag title e un testo che facciano comprendere subito, sia a chi legge che a Google, qual è il tema del tuo contenuto.
  • Usa la scaletta
    Già, proprio come si faceva con i temi a scuola. La scaletta è utile soprattutto se i post o gli articoli sono sostanziosi. Cioè: se hai molto da scrivere, è davvero il caso che tu pianifichi il tuo lavoro. Nell’organizzare la scaletta, tieni presente che sul web si deve usare il metodo giornalistico della piramide rovesciata. Perciò, organizza gli argomenti secondo quel modello di sviluppo della struttura contenutistica.
  • Scrivi di getto
    Cioè: scrivi senza preoccuparti della correttezza formale di ciò che stai scrivendo. Correggerai in seguito. Altrimenti, rischi che la censura cosciente ti blocchi in continuazione: “Forse quella non è la parola giusta da usare”, “Probabilmente hai fatto un errore di grammatica”, “Quel verbo andrebbe messo a un altro tempo”. No, non ascoltare ora la censura della tua coscienza: va’ dritto verso la metà, che è esprimere i tuoi pensieri. L’editing lo farai a post o articolo terminati.
  • Scegli un’immagine efficace
    La comunicazione online non passa solo attraverso i testi. In effetti, i contenuti web sono un insieme di parole, immagini, video, colori e audio. In questo senso, le immagini – che hanno un potere comunicativo più forte delle parole – hanno un ruolo importante nel veicolare il tuo messaggio. Quindi, accompagna sempre i tuoi testi a un’immagine o a una fotografia che sia efficace. Che significa efficace? Non scegliere un’immagine tanto per fare. Scegli invece sempre e solo immagini che siano coerenti con il messaggio che trasmetti e che – se possibile – abbiano a loro volta un contenuto informativo. Credimi: perdi meno tempo a scegliere l’immagine giusta che a sceglierne una a casaccio – che poi non ti soddisferà e che all’ultimo vorrai sostituire.
  • Scrivi il titolo
    Hai finito il post o l’articolo? Bene, ora è il momento per scegliere il titolo H1 del contenuto. Perché scegliere il titolo proprio a fine scrittura? Ma perché alla fine avrai le idee più chiare che all’inizio, visto che nel frattempo hai completamente sviscerato l’argomento su cui volevi scrivere. Dunque, è alla fine che hai la visione completa del tuo lavoro. Ed è allora che puoi trovare il titolo più pertinente.
  • Correggi il testo
    A questo punto, devi fare l’editing del tuo contenuto. Lima tutte le cose che non vanno e correggi gli eventuali errori ortografici e gli eventuali errori grammaticali. Questo è il momento in cui il tuo testo assume la sua forma definitiva.
  • Formatta il testo
    È il momento di applicare al tuo testo le regole del web writing. E cioè: dividi il testo in blocchi spaziati, grassetta le parole e le espressioni chiave, inserisci i link ai contenuti di approfondimento interni ed esterni al tuo blog o al tuo sito web.
  • Cura gli ultimi dettagli SEO
    Si tratta di aggiungere il tag H1, di compilare il tag description, di scegliere l’URL della pagina web e di selezionare categoria e tag in WordPress.
  • Rileggi prima di pubblicare
    Rileggere prima di pubblicare online il proprio post o articolo è fondamentale. Anche il tempo dedicato alla rilettura va contato come tempo per la progettazione e la creazione del contenuto web. La rilettura andrebbe fatta preferibilmente il giorno dopo. In effetti, rileggere a freddo, con il giusto distacco, aiuta a scovare gli ultimi insidiosi refusi e a chiarire se il pezzo funziona davvero oppure necessita di ulteriori interventi redazionali.

 

Alcuni web writer – e io sono tra questi – si trovano meglio nel creare il proprio contenuto su un foglio di Word. Solo in seguito lo riporteranno nel CMS – nel mio caso WordPress – per formattarlo e pubblicarlo. Altri web copywriter si trovano meglio scrivendo già da subito nel CMS. Così facendo, si sentono più responsabilizzati e fanno meno errori. Io invece preferisco la libertà espositiva del foglio bianco di Word.

Dopo aver seguito gli step sopra, il tuo lavoro di redattore online è finito. A quel punto, devi condividere il tuo post o il tuo articolo sui social network che adoperi. Detto in parole povere: è arrivato il momento di fare pubblicità al tuo lavoro. Ecco, questa fase non può essere quantificata, perché dipende ovviamente dal tuo tipo di presenza online – o da quello dell’azienda per cui lavori.

In conclusione – giusto per fare un esempio concreto – questo mio post è stato scritto e formattato per la pubblicazione in 75 minuti. Le parole che lo compongono sono 1.294 e sono stati inseriti 34 link interni.

Per concludere, ti chiedo: che cosa ne pensi dei miei consigli per scrivere velocemente un post o un articolo? Li condividi? Avresti qualche altro suggerimento da aggiungere alla lista? Lascia un commento qui sotto e condividi con noi le tue sensazioni!

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*