Recensione: “Scrivere per Internet” di Luisa Carrada

Scrivere per Internet di Luisa CarradaUn ottimo libro, pieno di esempi, che parla del web writing, cioè della scrittura per il web. Il libro è stato pubblicato nel 2000. Da allora, il web è molto cambiato. Nonostante ciò, la gran parte dei consigli della Carrada è ancor oggi valida.

Innanzitutto, la Carrada ci spiega che scrivere per Internet significa costruire ipertesti. Un ipertesto è un testo diviso in blocchi. I blocchi si trovano in punti diversi di una o più pagine web e sono collegati tra loro da link. La scrittura per il web è perciò diversa da quella per la carta. Infatti, chi legge sulla carta segue per forza un percorso sequenziale (c’è cioè un inizio e una fine e il percorso tra i due è obbligato), mentre chi legge un ipertesto può saltare a piacere da un punto all’altro dell’ipertesto stesso.

Detto ciò, la Carrada ci spiega qual è il comportamento dei lettori sul web. La maggior parte di loro non legge parola per parola. Scorre anzi la pagina web in modo veloce, cercando di capire se c’è qualcosa che li interessa. Ciò accade perché la lettura su schermo è più lenta e faticosa di quella su carta. Insomma: i lettori del web vogliono trovare qualcosa d’interessante senza fare fatica. Perciò, solo chi attira la loro attenzione in pochi secondi li trattiene sul proprio sito.

Ma come si attira l’attenzione dei lettori? Prima di tutto, dobbiamo capire chi sono i nostri lettori. Infatti, ogni volta che scriviamo qualcosa, lo facciamo per una categoria precisa di lettori e non per tutti. Una volta capito chi è il nostro pubblico, mettiamoci nei suoi panni. Cioè: scriviamo in modo che i nostri lettori leggano senza fatica. Solo così comunicheremo in modo efficace.

La Carrada ci dà alcuni consigli per scrivere in modo efficace. Per esempio, i nostri testi devono essere brevi e chiari. E devono avere un titolo significativo, cioè un titolo che faccia capire di che parla il testo. Le nostre frasi devono essere corte: le frasi lunghe stancano il lettore. I nostri paragrafi devono essere brevi e divisi tra loro da uno spazio. Le parole o la frasi più importanti di ogni paragrafo devono essere scritte in grassetto (cioè con un carattere evidenziato).

La Carrada ci dà anche consigli per costruire pagine web più facili da usare. Per esempio, l’autrice ci spiega come progettare un buon sistema di navigazione (cioè lo strumento che permette di spostarsi da una pagina all’altra all’interno di un sito).

Infine, Scrivere per Internet analizza i vari stili di scrittura per il web. Per esempio, scrivere su un sito rivolto ai clienti di un’azienda richiede uno stile diverso da quello che si usa su un’Intranet aziendale (cioè un sito rivolto ai dipendenti di un’azienda).

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*