“Don’t make me think!”, di S. Krug

Don't make me think, Steve KrugDon’t make me think! è un libro che ci parla della web usability. Cioè dell’arte di creare un sito web dove le persone si muovono a loro agio, trovando senza sforzi ciò che gli serve. Krug c’insegna cioè a creare un sito che comunica le nostre idee in modo chiaro e veloce.

Krug ci spiega che, per progettare un buon sito, dobbiamo rendere chiaro ogni suo dettaglio. Infatti, chi usa il nostro sito ci chiede una cosa precisa: «Don’t make me think!», «Non farmi pensare!». Perciò, ogni pagina del sito dev’essere ovvia, cioè facile da capire e da usare. Se non facciamo così, la gente ci punisce: nessuno torna infatti su un sito difficile da usare.

Anche se tratta argomenti tecnici, il libro può essere letto da chiunque. Perché Krug scrive in modo semplice e chiaro. Inoltre, lo stile di Krug è vivace: diverte e coinvolge. Infine, i consigli di Krug si basano sul buonsenso (cioè sulla capacità di giudicare e agire con saggezza). Ed è sempre utile leggere chi ci dà lezioni di buonsenso.

Don’t make me think! è un libro è chiaro anche perché Krug fa molti esempi. E che c’è di meglio di un esempio pratico per capire la teoria?

Mettiamoci nei panni di chi usa il nostro sito: ecco un altro consiglio di Krug. Cioè: pensiamo ai problemi che potrebbe avere chi usa il nostro sito e risolviamoli in anticipo. Un consiglio utile anche nella vita quotidiana. Se lo seguiamo, comunicheremo meglio con gli altri.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*