Migliora subito il tuo blog in 5 passi!

blog bloggerAprire un blog è un passo importante. Se questa tua decisione è sostenuta da una ferrea volontà di lavorare con impegno al tuo progetto, farai un’esperienza unica nella tua vita. E se sarai molto bravo e costante, quell’esperienza potrebbe addirittura cambiare la tua esistenza. In effetti, anche se sono pochissimi, i blogger che guadagnano con un blog esistono. E tu potresti essere il prossimo.

Il punto è che nemmeno il web regala niente a nessuno. Non credere a chi ti dice di avere una ricetta infallibile su come fare soldi su Internet. Guadagnare online è difficile, i più non fanno che pochi euro al mese. Come mai? Ma perché occorre preparazione tecnica, conoscenza approfondita di quel particolare mezzo di comunicazione che è il blog, esperienza nel web marketing e tanta voglia di sfondare. Creare un blog è solo il primo step di un processo che è lungo e che, in teoria, non finisce mai!

Non devi però deprimerti. Ci sono delle cose che puoi fare già con il post di domattina, e che ti consentiranno di migliorare. Migliorare in che senso? Si tratta di consigli che ti permetteranno di incrementare il numero di visite sul blog, di scrivere contenuti di qualità più appetibili dagli utenti della tua nicchia e di aumentare la tua autorevolezza presso il pubblico che ti segue.

Adesso è il momento di tagliare corto. Ti propongo i miei cinque suggerimenti per diventare già dal prossimo post un blogger migliore. La mia raccomandazione è quella di seguirli senza indecisioni. Fallo non perché lo dico io, ma perché sono dritte sul blogging che funzionano davvero!

 

  • 1. Rispetta le tue scadenza editoriali

    Il successo di un blog passa dalla qualità dei suoi contenuti, ma anche dalla loro quantità. Insomma: più posti e più il tuo blog raggiungerà una “massa critica” che gli permetterà di ottenere una buona visibilità. Questo è un concetto che si aggancia a quello di coda lunga.
    In quest’ottica, è indispensabile che tu rispetti la scadenza editoriale che hai deciso quando hai messo online il tuo progetto web. Ti eri prefisso di postare una volta a settimana, creando un contenuto di almeno 1.000 parole ogni volta? Oppure avevi deciso di creare tre post a settimana, ognuno dei quali doveva essere lungo almeno 500 parole? Bene, qualunque sia la tua frequenza di pubblicazione, rispettala.
    La blogsfera è in effetti stracolma di blogger che sono partiti con le migliori intenzioni, ma che poi hanno lasciato a se stessa la gestione del loro blog. Di conseguenza, i visitatori li hanno abbandonati, per andare a seguire i blog di autori più professionali. Se anche tu deluderai il tuo pubblico, il tuo progetto online fallirà inesorabilmente. Tenacia, costanza e coerenza sono tre requisiti indispensabili per raggiungere il successo nel campo del blogging. Non scordarlo mai.

 

  • 2. Usa la SEO

    La search engine optimization è quella disciplina che permette di far scoprire il tuo blog agli utenti web che cercano contenuti di qualità all’interno della tua nicchia.
    Come puoi usare la SEO per avere un vantaggio di visibilità online? La puoi usare in due modi. Il primo è quello di scrivere contenuti così interessanti e utili che i tuoi visitatori li linkino all’interno dei loro blog e dei loro siti web. Ogni link in ingresso che il tuo blog riceve viene considerato da Google come un attestato di stima da parte di chi ti linka. È assolutamente chiaro perciò che più link in ingresso ricevi e più la tua autorevolezza agli occhi di questo motore di ricerca aumenterà. Questo comporterà un premio: il posizionamento dei tuoi post all’interno delle SERP di Google sarà migliore.
    Il secondo modo in cui puoi usare la SEO è quello di dedicarti alla cosiddetta SEO on page. Qui si tratta di ottimizzare come si deve alcuni elementi del codice di ogni tua pagina web. In linea di massima, la tua attenzione si deve concentrare sull’ottimizzazione SEO del tag title, del tag H1, del tag description, dell’URL del post e delle immagini e dei video che hai inserito nel contenuto.
    Inoltre, nel creare il contenuto di ogni tuo post, ricordati che esistono delle tecniche di SEO copywriting.

 

  • 3. Scrivi in buon italiano

    Ti sembrerà una banalità. Forse lo è anche, ma la qualità dei tuoi contenuti passa anche dalla qualità della tua scrittura.
    Ti faccio una domanda diretta: tu ti fideresti di ciò che scrive un blogger sgrammaticato? No, vero? Eppure quei contenuti potrebbero essere perfettamente pertinenti con le tue esigenze e addirittura utilissimi, perché hai il sentore che potrebbero risolvere il tuo problema. Siccome però sono scritti in un italiano sciatto, l’unica sensazione che riesci a provare è quella di chi ha aperto una email di phishing e ha capito che si trova davanti a qualcosa di dannoso.
    Quindi, dammi retta: cura l’italiano con cui scrivi i tuoi contenuti web, cioè i post del tuo blog. Mi raccomando: niente errori ortograficierrori grammaticali. La tua scrittura sia chiara, semplice, rigorosa. Ne va della tua autorevolezza di blogger all’interno della tua nicchia e, di conseguenza, ne va della tua web reputation!

 

  • 4. Scegli una grafica funzionale

    Uno dei pericoli di un blogger alle prime armi è quello di scegliere un template per il proprio blog che sia “simpatico”. Il rischio è cioè quello di optare per un tema (WordPress, Joomla! ecc.) che sia spiritoso, colorato, divertente a detta dell’autore del blog.
    Peccato che sul web le cose che ci paiono divertenti non è detto che siano quelle più funzionali al nostro scopo. Per esempio, hai mai sentito parlare di web usability (in italiano si parla di usabilità dei siti web)? Qualcuno l’ha ribattezzata l’arte della semplicità. Per farla breve: sul web funzionano i design che sono semplici, pratici, funzionali.
    Un bravo blogger – ma questo vale anche per i webmaster dei siti web – dovrebbe scegliere per il proprio diario in Rete una grafica e un design funzionali. Dovrebbe cioè mettersi nei panni dei propri visitatori e chiedersi: come posso agevolare il più possibile la navigazione nel blog per i miei lettori? Ecco, a questo punto, le sue scelte progettuali dovrebbero orientarsi verso quei template che, pur dando un tocco di personalità al blog seguendo i gusti del suo autore, rispettano gli utenti web e il loro desiderio di navigare tra le pagine web in modo semplice e veloce.
    In aggiunta a quanto ho detto sopra, ti consiglio caldamente di leggere anche questo mio post sul responsive design.

 

  • 5. Promuovi i tuoi contenuti sui social network

    Oramai è evidente: i motori di ricerca non sono più l’unica fonte di traffico web. Una buona fetta dei visitatori arriva ai siti e ai blog attraverso i social network. È per questo che ti consiglio di aprire il prima possibile un pagina Facebook o un profilo Twitter a nome del tuo blog.
    Per meglio dire, dovresti creare un profilo su quei social network che sono usati dal pubblico della tua nicchia. Il che significa che potresti valutare anche altre piattaforme sociali, come per esempio Google Plus, LinkedIn, Pinterest e Instagram.
    Ma perché è così utile aprire un account su un social network? I motivi sono diversi. Innanzitutto, puoi postarci i contenuti del tuo blog, promuovendoli. Se sono davvero contenuti web di buona qualità, è probabile che altri utenti online li condividano a loro volta, innescando un passaparola sul web che, nei casi più favorevoli, potrebbe sfociare nel viral marketing.
    Inoltre, puoi usare i social network anche per fare amicizia con altri blogger della tua nicchia. Questo potrebbe portarti a stringere delle vere e proprie partnership, in cui ognuno dei blogger ci guadagna qualcosa, soprattutto in termini di visibilità online del proprio progetto web. Le strade possibili da seguire in questo senso sono davvero tantissime: impossibile fare un esempio su tutti.

 

I cinque consigli che hai appena letto sono così potenti che non valgono solo per i blogger, ma anche per chi ha deciso di creare un sito web. Con i dovuti aggiustamenti, puoi adoperarli addirittura nella progettazione delle tue campagne di email marketing, delle tue landing page, delle tue newsletter ecc.

Tu come la vedi? Secondo te, questi suggerimenti su come realizzare un blog in grado di pubblicare contenuti di qualità elevata sono i più efficaci? Oppure avresti aggiunto anche delle altre dritte? Lascia un commento qui sotto e condividi con tutti noi quelle che sono le tue idee! Secondo te, l’autore di un blog come può raggiungere l’eventuale successo più velocemente?

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*