Le lezioni che ho imparato nel 2013 come blogger

blog bloggerMancano poche ore alla fine del 2013 e all’inizio del 2014. Oltre a farvi gli auguri – ma ve li farò ufficialmente nel post di domani –, vorrei sfruttare quest’ultimo articolo del 2013 per fare il classico bilancio di fine anno.

In pratica, vorrei condividere con tutti voi quelle che sono le cose che ho imparato dalla gestione di questo blog negli ultimi 365 giorni. Si tratta di idee che mi erano già piuttosto chiare nella primavera del 2011, quando ho deciso di creare Comunicare sul Web. L’esperienza diretta ha però dato forza a queste mie convinzioni.

Soprattutto se siete blogger esordienti, queste mie osservazioni possono rappresentare per voi un aiuto. Insomma: sono alcune delle cose che avrei voluto leggere io due anni e mezzo fa, quando ho messo online questo blog.

Non perdo altro tempo e passo direttamente a condividere con voi gli insegnamenti che questo 2013 mi ha regalato. In sostanza, un blogger – ma ciò vale anche per i webmaster che hanno creato un sito web – deve:

 

Avere in mente un progetto chiaro
aprire un blogCiò non vale solo se hai deciso di aprire un blog, ma vale un po’ per qualsiasi mestiere o professione. In effetti, avere un’idea chiara di quello che si vuole dalla propria carriera lavorativa giova anche ai web writer, ai webmaster, ai community manager e, più in generale, a chiunque lavori nel campo del web.

“Nessun vento è favorevole al marinaio che non sa a quale porto approdare” ha scritto Seneca. È proprio così. E questa cosa è vera in particolar modo per chi ha deciso di fare un blog. Senza un’idea precisa di dove vuoi arrivare – vuoi realizzare un blog solo per divertimento? Vuoi fare personal branding? Oppure hai deciso che il tuo scopo è guadagnare con un blog? – non andrai troppo lontano.

Perciò, scegli bene la nicchia in cui inserirti e il tema specifico di cui parlerai. Scegli il tuo piano di uscite editoriale e stabilisci la lunghezza media dei post che scriverai. E poi: scegli il livello medio di approfondimento delle notizie che darai. In ogni caso, preoccupati sempre di fornire valore – cioè contenuti di qualità – ai tuoi lettori. Perché sul web di oggi la tattica migliore è quella di fare inbound marketing e, nello specifico, content marketing.

 

Essere costante
fare soldi onlineNe ho parlato spesso su Comunicare sul Web, ogni volta che ho cercato di dare consigli ai neo blogger. La volontà di costruire un blog è fondamentale, ma non basta per diventare un blogger di successo e provare a fare soldi online. A tal fine, è indispensabile essere anche costanti.

Lo puoi verificare tu stesso: il web è pieno zeppo di blog partiti col piede giusto, ma che poi sono stati abbandonati perché il loro autore si è presto stufato di scrivere. Ecco, tu devi evitare di fare quello stesso errore. La volontà è la scintilla che dà la vita al tuo progetto online. Ma la costanza è il cibo quotidiano che permette al tuo blog – o al tuo sito web – di continuare a vivere.

Per fare un’altra analogia, potremmo vedere il blogger come un giardiniere. Se il giardiniere trascurasse il suo giardino, ben presto lo troverebbe invaso da erbacce e parassiti. Il che, tornando a parlare in termini di web, significa che, se un blogger molla, il suo diario in Rete smetterà di crescere. Anzi: i suoi visitatori online si sposteranno in fretta altrove.

 

Metterci la faccia
contenuti di qualitàO meglio: ricordarsi che, quando si blogga, ci si sta mettendo la faccia. Questo vuol dire che non ti puoi permettere di pubblicare contenuti che non siano di buon livello qualitativo. Ciò vale sia che il tuo blog faccia qualche decina di visite al giorno sia che ne faccia diverse migliaia. Il rispetto per il tuo pubblico non deve mai venir meno.

Insomma: se ti capitano delle giornate in cui proprio non hai voglia di scrivere alcunché, meglio lasciar stare che pubblicare contenuti di qualità scadente. Una giornata storta può capitare a qualsiasi blogger. Meglio fermarsi e ripartire alla grande il giorno seguente.

Gestire un blog è come scrivere un curriculum vitae e una lettera di presentazione online. Pertanto, cerca di non abbassare mai la qualità dei tuoi post. Oppure rischi di perdere parte dell’autorevolezza fin lì acquisita. Come ti ho suggerito, se un giorno non hai alcunché di interessante o di utile da dire, non postare.

 

Padroneggiare le basi del marketing
web marketingChe ti piaccia o no, il marketing esiste. E funziona! Perciò, può rappresentare un alleato prezioso per il tuo blog o per il tuo sito web personale.

Non hai scuse: devi imparare almeno le basi del web marketing e del social media marketing. Ti serviranno per sfruttare appieno tutte le possibilità di promozione del tuo progetto online. Ti serviranno anche per stringere rapporti con altri blogger della tua nicchia, cosa che ti permetterà di fare nuove amicizie e di imparare da persone che hanno gli stessi tuoi interessi.

Il marketing è una disciplina importante, anche se tanti presunti esperti di digital marketing che trovi online sono solo “chiacchiere e distintivo”. 🙂 Col tempo, imparerai a capire da solo chi vale la pena di ascoltare e chi invece non produce alcun valore.

Ad ogni modo, non pensare che il marketing sia qualcosa di superfluo: il marketing può fare a meno di te, ma tu non puoi fare a meno di lui. 🙂

 

Riposarsi, ogni tanto
blogEcco, questa è una cosa su cui dovrò lavorare di più nel 2014. 🙂 D’altro canto, so che farò fatica, perché il blog che ho creato mi appassiona molto e per me scrivere è facile.

Però, anche per quello che ho detto al punto precedente, ogni tanto bisognerebbe prendersi una pausa. Non tanto per oziare – o forse anche per quello? –, quanto magari per fare con calma il punto della situazione, verificando se la propria strategia di presenza online è stata rispettata con coerenza. E per verificare se i risultati collimano con gli obiettivi stabiliti.

Una breve pausa può esser utile anche per fare un po’ di auto aggiornamento. Nel frattempo, quali sono state le novità maggiori nel campo della SEO, dei social media, dei social network e del web marketing? Quali nuovi libri sono stati pubblicati sulla blogsfera, sul web writing, sullo storytelling e sul viral marketing? Come stanno andando i blog più influenti nella tua nicchia? Ci sono blogger nuovi che siano degni di essere seguiti?

 

Ecco, questi sono gli insegnamenti che la mia attività di blogger mi ha confermato nel corso del 2013. Tu che cosa ne pensi? Sei anche tu un blogger? Oppure sei un webmaster? In ogni caso, quali sono le cose più importanti che la tua attività online ti ha insegnato durante l’anno che sta finendo e che porterai con te nel 2014?

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*