La gestione del tempo per i blogger (e non solo!)

gestione del tempoLa gestione del tempo è spesso un problema per i blogger. Anzi, a dire il vero lo è più o meno per chiunque, perché gestire il tempo è una delle attività più complicate per le persone, sia sul lavoro che nella vita privata.

Eppure il tempo è una risorsa limitata, che bisogna imparare a gestire bene, per poterlo sfruttare al meglio. Una risorsa così limitata da far dire a Mark Cuban il noto imprenditore statunitense che “il tempo è il bene più prezioso che non possediamo. Che tu te ne renda conto o no, la tua gestione del tempo indica perfettamente dove ti porterà il futuro”. Molto esplicito.

Prima di capire come l’autore di un blog può migliorare il suo rapporto con le lancette dell’orologio, andiamo a dare la definizione di gestione del tempo. Servirà per capire meglio di che parliamo. Riporto quanto scrive Wikipedia, che a mio giudizio formula una definizione piuttosto sintetica e chiara del concetto. Dunque, “la gestione del tempo (o time management) è l’atto o il processo di pianificare ed esercitare un controllo sul tempo utilizzato per specifiche attività, in particolare per aumentare l’efficacia, l’efficienza e la produttività”.

A questo punto, come può un blogger migliorare la gestione del tempo nel suo lavoro quotidiano? Come può sfruttare la sua giornata lavorativa in modo più efficiente ed efficace, per diventare più produttivo e ottenere così più risultati e soddisfazioni? Premesso che un giorno è fatto di sole ventiquattro ore e che non ha comunque senso ammazzarsi di lavoro extra per raggiungere i propri obiettivi, bisogna per forza concentrare le proprie energie sul come gestire il tempo a disposizione in maniera più intelligente e concreta.

A tal scopo, ho individuato dieci pratiche che possono dare una mano ai blogger nel centrare i loro traguardi. In realtà, mentre scrivevo questi miei suggerimenti per gestire il tempo in modo più proficuo, mi sono accorto che essi potevano valere per tutti, e non solo per gli autori di un blog. Penso che sarai d’accordo con me: prova a leggere le indicazioni qui sotto, e poi dimmi se non sono utili a chiunque! Che si parli di lavoro o di vita privata, sono fermamente convinto che siano dritte che possono aiutare qualsiasi persona abbia bisogno di una mano nella gestione del tempo.

Prima di continuare, segnalo una bella presentazione che parla di questi argomenti: la trovi alla fine del post. Ma eccoci arrivati al momento di condividere le dieci regole per migliorare la gestione del tempo a uso dei blogger e, più in generale, di tutti noi.

 

Gestione del tempo, regola 1: definisci le tue priorità

Seneca ha scritto: “Nessun vento è favorevole al marinaio che non sa a che porto vuole approdare”. Quindi, decidi bene in quale direzione deve andare il tuo blog. Se hai in testa una strategia chiara, a quel punto non devi far altro che stabilire delle priorità durante la tua giornata.

Che significa più precisamente stabilire delle priorità? In ogni situazione lavorativa, così come in ogni momento della vita, ci sono delle cose più importanti di altre. Per esempio, pubblicare un post al giorno è una cosa più rilevante che perdere tempo a condividere i propri post su social media quasi sconosciuti e praticamente inutilizzati dal pubblico della propria nicchia. Un altro esempio: tenersi aggiornati sulle novità del proprio settore è fondamentale, mentre ha un valore praticamente nullo compilare il tag keywords dei propri post.

Insomma: una delle regole più importanti per un’efficace gestione del tempo è stabilire le proprie priorità di blogger. E dare la precedenza a queste ultime. Occorre fare una vera e propria classifica di ciò che conta, riducendo – o azzerando implacabilmente – il tempo da dedicare alle cose che contano poco o nulla.

 

Gestione del tempo, regola 2: pianifica le tue azioni

Dopo aver capito in quale direzione canalizzare le tue energie e i tuoi sforzi, occorre che tu stabilisca un vero e proprio piano d’azione. Meglio ancora se questo piano lo metti per iscritto su un foglio o su Word.

Perché un piano d’azione è così importante nella gestione del tempo per un blogger? Ma perché avere un programma operativo ti dà l’idea precisa delle attività che devi compiere per raggiungere i tuoi obiettivi. Inoltre, se questo programma lo scrivi nero su bianco, sarà come se firmassi un impegno con te stesso. Ciò ti aiuterà a sentire il piano d’azione ancor più tuo, e costituirà un ulteriore stimolo a rispettarlo.

Un consiglio pratico: puoi stendere un programma settimanale, ma anche giornaliero. L’importante è che, alla scadenza del programma, tu verifichi di aver fatto tutto quanto c’era da fare. Se manca qualcosa, la tua gestione del tempo non è stata efficiente. Devi allora rimediare, a partire già dal successivo piano d’azione!

 

Gestione del tempo, regola 3: preoccupati solo di ciò che puoi controllare

I blogger che ottengono un buon successo con i loro blog si preoccupano solo delle cose su cui possono avere un controllo. Non sprecano tempo, risorse o energie mentali per cose su cui non hanno alcuna influenza.

Anche qui faccio un esempio pratico. Se un blogger si preoccupa di spendere tempo nel creare contenuti di qualità, sta facendo una cosa giusta. Produrre contenuti web di buona qualità è infatti una cosa completamente in suo potere, oltre che utilissima ai fini dell’autorevolezza del blog. Se invece il blogger inizia a sprecare tempo a preoccuparsi dell’impatto che potranno avere sul blog i prossimi aggiornamenti di Google Panda o di Google Penguin, il blogger sta preoccupandosi di qualcosa su cui non ha influenza. In effetti, gli aggiornamenti all’algoritmo di Google non li decide certo lui. Quindi, se parliamo di gestione del tempo, un blogger che si comporti così sta solo perdendo tempo prezioso.

Il consiglio che ti do è dunque quello di occuparti solo di ciò che puoi modificare. Di conseguenza, lascia stare tutto ciò su cui non hai alcun tipo di influenza. Perché è tempo perso inutilmente.

 

Gestione del tempo, regola 4: inizia col piede giusto

A mio giudizio, un blogger dovrebbe iniziare la giornata affrontando e completando subito due-tre impegni semplici. Per esempio, potrebbe rispondere a una e-mail e poi condividere sui social media qualche contenuto web di qualità che viene dalla consultazione mattutina del suo feed RSS.

Cominciare da un paio di compiti semplici aiuta parecchio nella gestione del tempo. Come mai? Ma perché fa partire la giornata col piede giusto! Ti dà infatti la sensazione di aver tutto sotto controllo e di poter affrontare – e risolvere – anche i problemi più complessi che ti si presenteranno più avanti, con il trascorrere delle ore. Insomma: cominciare bene è una cosa che ti dà slancio, energia, morale, sicurezza nei tuoi mezzi.

A sostegno di questa mia tesi c’è anche il fatto che, per affrontare con successo i grandi progetti, è indispensabile scomporli in piccoli elementi, che vanno approcciati uno per volta. Dunque, per migliorare la gestione del tempo che si ha a disposizione, perché non cominciare la giornata lavorativa risolvendo due-tre questioni poco impegnative?

 

Gestione del tempo, regola 5: limita le distrazioni

gestione del tempoEcco un aspetto della gestione del tempo che è per larga parte nelle tue mani! Perciò, caro amico blogger, cerca di limitare il più possibile le distrazioni che ti circondano, affinché la tua produttività personale ne tragga beneficio!

Come fare a non distrarsi? Ecco alcuni consigli di facile applicazione che dipendono solo dalla tua volontà di metterli in atto. Per esempio, chiudi Facebook e Twitter quando stai lavorando alla scrittura di un post. Scegli un sottofondo di musica classica invece di una playlist di musica rock: questo gioverà alla tua concentrazione. E poi: se la tua scrivania è rivolta alla finestra, girala verso il muro: ciò che succede fuori dalla finestra ti può distrarre! Insomma: applica le tecniche di concentrazione che conosci!

Un altro paio di suggerimenti di gestione del tempo per limitare le distrazioni. Dimentica che sei proprietario di uno smartphone… Se hai fame ed è quasi ora di pranzo o di cena, non andare a pasticciare con qualche merendina o con qualche altra schifezza: aspetta l’ora di andare a tavolta. Tra parentesi: quest’ultimo consiglio non vale solo per migliorare la gestione del tempo del blogger, ma si rivela utile anche per la sua linea!  🙂

 

Gestione del tempo, regola 6: smetti di procrastinare

La procrastinazione è uno dei killer più pericolosi per una gestione del tempo efficiente ed efficace! Perciò, come dice un noto proverbio: non rimandare a domani ciò che puoi fare oggi. E soprattutto non rimandare ciò che “devi” fare oggi sul tuo blog!

Per evitare di procrastinare i tuoi impegni online, sii fedele al piano d’azione giornaliero o settimanale che hai scritto. Rispettalo punto per punto. Perché rimandare le tue azioni ti darà come unico risultato il fatto che domani – o settimana prossima – avrai da fare non solo le cose pianificate per quel giorno, ma anche quelle che hai rimandato oggi. Un bel problema, che quasi sicuramente ti costringerà a un nuovo rinvio. Così, anziché essere padrone della gestione del tempo nella tua attività di blogger, continuerai a rincorrere la chiusura dei lavori che hai lasciato aperti.

 

Gestione del tempo, regola 7: inizia!

Come si affrontano le cose? Un passo alla volta, l’importante è iniziare! Sembra una considerazione banale, ma non lo è poi del tutto. In effetti, capita spesso che un blogger sia scoraggiato da un un’attività parecchio laboriosa, come per esempio scrivere un post di qualità su un argomento complesso. Così si blocca e rimanda il lavoro.

Quando hanno a che fare con attività complesse, le persone tendono a immaginarsi la fatica che lo sforzo organizzativo e creativo richiederà loro. Ecco, prefigurarsi questa fatica può paralizzare un blogger. In pratica, è come se la sua mente gli dicesse: “Questo lavoro ti assorbirà un sacco di tempo e di energia! Meglio rimandarlo e fare cose più leggere”. Ma questo è cedere alla pigrizia, mica gestire il tempo in maniera proficua!

A che rimedi si può ricorrere in casi simili? Si può fare una cosa semplicissima: bisogna iniziare! A volte basta solo questo: buttarsi, fare il primo passo, mettere in moto il motore! Anche qui scomodo un vecchio proverbio: chi comincia è a metà dell’opera. Le cose stanno proprio così. Niente si conclude se non viene iniziato, e l’inizio ha in sé una magia che, spesso, ci calma l’ansia e la paura, e ci fa affrontare con più sicurezza e più determinazione un compito che prima ci sembrava troppo gravoso.

Ho fatto così anch’io con questo mio post sulla gestione del tempo dedicato ai blogger. Sapevo che avrei dovuto creare un contenuto di qualità, e che quindi avrei dovuto investire energie e tempo nel lavoro di scrittura (e di successiva ottimizzazione SEO). E come ne sono uscito? Cominciando a stendere uno schema del post, per poi buttarmi a capofitto nella redazione dei contenuti. Insomma: non ho perso tempo!

 

Gestione del tempo, regola 8: smetti di lamentarti

gestione del tempoForse è la regola su come gestire il tempo che più mi piace. L’invito è quello di smettere di lamentarsi sulle cose che non funzionano sul blog, come le visite che non decollano, i guadagni scarsi che provengono da Google AdSense oppure il basso numero di commenti e di interazioni sociali dei visitatori che leggono i post.

Lamentarsi non porta a niente, perché non risolve i problemi. Non è perciò un’attività che va nella direzione di una gestione del tempo efficiente ed efficace. Di più: un blogger furbo dovrebbe invece spendere il tempo passato a lamentarsi per cambiare le cose e risolvere i guai di cui si lamenta! Non sarebbe questo un impiego del tempo più produttivo?  🙂  Lamentarsi non aiuta mai a capire come fare soldi

 

Gestione del tempo, regola 9: raggruppa le attività

Ne ho detto già in precedenza, ma vale la pena di riprendere la cosa dedicandole un punto tutto suo. Per una buona gestione del tempo, è importante che i blogger provvedano a raggruppare e a svolgere assieme attività tra loro simili.

Per esempio, puoi mettere assieme le attività che ti permettono di relazionarti con il mondo esterno, come le risposte alle e-mail o ai messaggi ricevuti sui vari social media. Allo stesso modo, puoi unificare le operazioni che riguardano il tuo aggiornamento professionale e la tua autoformazione, come la consultazione del tuo feed RSS o la lettura di un libro sul web writing o sul blogging. Sempre per esempio, puoi poi raggruppare le attività creative, come la redazione di un post o la scrittura di contenuti sui social media su cui sei presente.

 

Gestione del tempo, regola 10: cambia mentalità

Per gestire il tempo in maniera più efficiente ed efficace bisogna… volerlo! Che intendo dire? È possibile cambiare le tue abitudini di blogger che ha problemi nella gestione del tempo solo se ti accorgi che devi mutare atteggiamento, e solo se vuoi agire in tal senso.

Si tratta cioè di cambiare mentalità, per fare le cose vecchie in modo nuovo. In sostanza, puoi diventare un blogger capace di gestire più efficacemente il tempo soltanto se ti accorgi che, come le stai facendo ora, le tue azioni sul blog non ti danno i risultati che invece potresti ottenere con una gestione del tempo diversa. Il processo che conduce alla consapevolezza di dover cambiare non è certo agevole, perché implica la percezione della necessità di apportare modifiche alle proprie abitudini e, in ultima analisi, alla propria mentalità. Ma è una strada obbligata per arrivare a gestire il tempo meglio.

 

Ecco, questi sono i miei dieci consigli sulla gestione del tempo dedicati a tutti i blogger che vogliano essere più efficaci nell’espletare le proprie operazioni di blogging. Come detto, questi suggerimenti vanno un po’ oltre il loro scopo, perché li trovo adatti a chiunque abbia l’esigenza di cambiare l’utilizzo del tempo nella propria vita.

E tu, come la vedi? Sei un blogger o un web copywriter che sa gestire il tempo in maniera da farlo fruttare e ottenere risultati senza grosse difficoltà? Oppure hai spesso problemi di efficacia nella pianificazione e nell’esecuzione dei lavori sul tuo blog? Più in generale, che ne pensi dei miei consigli? Secondo te, si potrebbe aggiungere qualche altra indicazione importante all’elenco sopra? Coraggio, lascia un messaggio e dì’ la tua ricetta ideale per i blogger sulla gestione del tempo!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*