Creare un blog: le decisioni fondamentali da prendere

creare un blogCreare un blog è una decisione che sempre più persone, professionisti e aziende prendono. Ma quali sono le domande tipiche che un blogger esordiente si pone nel momento in cui sceglie di dare vita al proprio progetto online di blogging?

A questo interrogativo risponde una gustosa infografica di Infolinks (la puoi vedere cliccando sull’immagine qui a destra).
Devo ammettere che le dieci domande riportate nell’infografica sono tutte davvero tutte azzeccate. Chi sta pensando di creare un blog si pone inevitabilmente quei dilemmi, a cui cerca di dare delle risposte precise.

Vediamo allora nel dettaglio quali sono i dieci dubbi amletici che attanagliano un blogger esordiente. Per ognuno di essi riporto qualche riga di commento, e alcune veloci indicazioni sulla direzione in cui muoversi per trovare la risposta corretta.

 

1. Creare un blog: di che parlo?

Ecco il primo grande dilemma di un blogger principiante: di che cosa scrivo? Già, perché prima di aprire un blog bisogna scegliere bene l’argomento che si tratterà. In effetti, i blog generalisti, quelli che parlano di tutto e di niente, hanno successo solo in rari casi. Occorre perciò che il blogger scelga bene che tema affrontare. Ed è bene che il tema coincida con una delle sue passioni più grandi. Solo così sarà autorevole agli occhi dei suoi lettori e riuscirà a trovare più facilmente spunti su cui scrivere.

 

2. Creare un blog: che nome scelgo?

Il nome di un blog è molto importante. Perciò non va scelto con leggerezza. Il nome non deve essere eccessivamente lungo, ma soprattutto deve essere evocativo. Deve cioè subito richiamare alla mente il tema del blog. Anche se – bisogna ammetterlo – ci sono vari esempi di blog di successo che hanno nomi puramente di fantasia, che non c’entrano niente con gli argomenti che trattano. Attenzione anche alle estensioni del dominio: siamo in Italia, perciò l’estensione “.it” è quella preferibile.

 

3. Creare un blog: devo imparare la SEO?

La SEO (acronimo di search engine optimization) è – per dirla in estrema sintesi – quell’insieme di tecniche che permettono ai post di un blog di posizionarsi in alto nelle SERP di Google. Imparare almeno le basi della SEO è indispensabile per qualsiasi blogger. In effetti, senza interventi di SEO, un blog ha decisamente meno possibilità di avere un buon posizionamento su Google e sugli altri motori di ricerca. Questo significa raggiungere un numero molto minore di utenti web della propria nicchia.

 

4. Creare un blog: come si creano contenuti di qualità?

I contenuti di qualità sono ciò che fa la differenza tra un blogger mediocre e un blogger che può diventare un punto di riferimento per la sua nicchia. Creare contenuti di qualità significa scrivere cose pertinenti, interessanti, originali. Significa risolvere i problemi degli utenti della nicchia a cui ci si rivolge. Tutto ciò costa fatica? Sì, costa un sacco di fatica! Sarebbe molto più facile copiare o riciclare i contenuti altrui, ma sul web i copioni hanno vita breve. Quindi, un bravo blogger intuisce ciò di cui ha bisogno il suo pubblico, si rimbocca le maniche e inizia a scrivere contenuti di qualità.

 

5. Creare un blog: che immagini uso?

Sulle immagini da usare in un blog si possono dire le stesse cose dette per i contenuti di qualità. Sul web, copiare è facile ed evita tanta fatica. Ma i blogger che vogliono andare lontano e avere successo non copiano mai. Rispettano cioè il copyright e il lavoro altrui. Perciò, questi blogger acquistano le immagini e le fotografie che vogliono inserire nei loro contenuti web. Al limite, le creano essi stessi.

 

6. Creare un blog: che grafica scelgo?

In linea generale, vanno evitate le grafiche pacchiane o troppo cariche di elementi informativi. In effetti, buona regola di usabilità per un blog – così come per i siti web in genere – è non distrarre il visitatore, permettendogli di concentrarsi sui contenuti.

Inoltre, la grafica non deve appesantire troppo le pagine web del blog, cioè non deve rallentare la loro velocità di caricamento. A questo punto, sistemata la questione usabilità, la scelta della grafica diventa praticamente una faccenda di gusti personali.

 

7. Creare un blog: come mi comporto con i social media?

I social media sono importantissimi oggi come oggi. È buona regola inserire nei post del blog i pulsanti di condivisione sui social media. O almeno: occorre inserire i pulsanti dei più diffusi social media o quelli dei social network che figurano tra i più usati dagli utenti della propria nicchia. È anche importante che il blog dia la possibilità di iscriversi al feed RSS.

 

8. Creare un blog: come posso monetizzare?

La risposta a come guadagnare con un blog potrebbe essere lunga milioni di pixel! In linea generale, guadagnare con i blog non è facile. O almeno: guadagnare qualche spicciolo è fattibile più o meno per tutti. Ma ricavare uno stipendio dalla propria attività di blogger è roba per pochi eletti. Questi ultimi sono dei veri e propri professionisti: conoscono molto bene la blogsfera, sanno scrivere contenuti di qualità, si impegnano a lavorare duramente, hanno una forte motivazione a raggiungere il successo.

Tornando al discorso della monetizzazione, si può dire che il primo passo per guadagnare sia quello di inserire nel blog i banner pubblicitari dei circuiti di affiliazione – come per esempio Google AdSense.

Una volta raggiunta una certa popolarità e autorevolezza, si può contrattare il prezzo dei banner direttamente con le aziende interessate agli spazi pubblicitari venduti dal blog. Ma questo è appunto il passo successivo, a cui arrivano solamente i blogger che sono riusciti a raggiungere un notevole traffico web e una grande autorevolezza nella propria nicchia.

 

9. Creare un blog: come posso aumentare il mio traffico web?

Ecco un’altra domanda a cui rispondere è difficile! Ci sono infatti moltissimi modi per aumentare il traffico web verso il proprio blog. Per esempio, è possibile lasciare un commento negli altri blog della propria nicchia, facendosi così pubblicità. Oppure si possono condividere i propri post sui propri profili social, dandogli eco. Ma i modi per incrementare il numero di visitatori del blog sono davvero tanti, basta essere costanti e lavorarci duramente!

 

10. Creare un blog: che scrivo nella pagina “Chi sono”?

La pagina “Chi sono” è una delle più importanti del blog. Perché un blog è una specie di diario online, e una delle curiosità maggiori dei visitatori è proprio andare a sbirciare chi è il proprietario del progetto web che stanno leggendo! Quali consigli dare per progettare una pagina “Chi sono” che funziona? Difficile dare suggerimenti in astratto. Dipende tutto dalla persona che si è e dall’immagine che si vuole dare di se stessi.

Non da ultimo, la pagina dipende anche dagli argomenti trattati nel blog (per esempio, il blogger parla di argomenti professionali oppure ludici?). L’unico consiglio certo che si può dare è questo: un blog deve sempre avere la pagina “Chi sono”!

 

Queste le dieci domande più frequenti per i blogger esordienti secondo l’infografica che ho pubblicato. E sono le più comuni anche per la mia esperienza: le trovo infatti più che plausibili. E tu, invece, che cosa ne pensi? A tuo giudizio, sono queste le domande che un blogger alle prime armi si fa nel momento in cui decide di creare un blog? Ce ne sono anche altre?

 

Vuoi vendere più prodotti o servizi?
Il business blogging ti aiuta.
>>> Contattami e parliamone! <<<

 


business blogQuesto post che è dedicato alle delicate decisioni da prendere quando si crea un business blog o un blog personale è stato scritto da Alessandro Scuratti, content specialist e business blogger.
Da oltre 20 anni mi occupo di comunicazione per le aziende, come business writer e come content marketer. Dal 2011, gestisco questo mio blog personale, che raccoglie migliaia di visite al giorno. Sono autore del libro Scrivere per il web 2.0.
Vuoi contattarmi per saperne di più su come fare content marketing in modo efficace sul tuo blog aziendale? Vuoi scoprire come intercettare i bisogni del tuo target di consumatori e generare lead caldi e in target in modo continuativo? Vuoi incrementare le vendite della tua PMI e con esse fatturato e utili? Contattami e troveremo la soluzione per fare acquisizione clienti con il business blogging e aumentare le vendite di prodotti o servizi della tua impresa!

Loading Facebook Comments ...

2 pensieri su “Creare un blog: le decisioni fondamentali da prendere

  1. Roberto Iacono

    Wow, che lista completa Alessandro! Davvero notevole!

    I punti fondamentali? Sicuramente tutti e 10 😉
    Ma quello più importante penso sia il 1, capire su che argomenti si vuole dedicare il proprio tempo per mesi/anni, è un passo difficile da prendere ma è essenziale. “Sbagliare” questa scelta può portare a cambiare rotta dopo poco, se non alla chiusura del blog stesso.
    Quindi, attenzione!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*