Continuando a leggere “Eyetracking web usability”…

Sono un fan di Jakob Nielsen, del Vocabolario di base della lingua italiana e, in generale, della semplicità e della chiarezza.

Durante la lettura di Eyetracking web usability di Nielsen, non potevo perciò restare indifferente al brano qui sotto, estratto da pagina 272.

“Più di una volta i nostri utenti – durante i test di eyetracking web usability, ndr – si ritrovano, tipicamente dopo una ricerca, su siti web dedicati ai bambini. Ma anche quando vedono o intuiscono che si tratta di siti per bambini scelgono di restarci, perché i testi e le informazioni sono pensati per rendere comprensibili anche le informazioni complesse“.

“I siti rivolti a un pubblico adulto dovrebbero imparare: contenuti e immagini semplici, che possono illustrare con chiarezza un concetto, fanno raggiungere un pubblico più ampio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*