Bisogna pubblicare un post ogni giorno su un blog?

frequenza di pubblicazioneEsistono blog che pubblicano un contenuto ogni giorno, con una regolarità invidiabile. Ciò significa forse che anche tu dovresti sforzarti di imitarli? Anche tu dovresti quindi pubblicare un post diverso ogni mattina? La risposta a un simile interrogativo non può essere un sì o un no netto, ma è piuttosto sfumata. Vediamo perché.

Una premessa. Le considerazioni che seguono valgono sia per i blog personali che per i blog aziendali. In effetti, la frequenza di pubblicazione è un parametro che interessa tutti i blogger: da quelli che scrivono per hobby a quelli che cercano di guadagnare con il proprio blog fino a quelli che gestiscono il progetto online di un brand o di una PMI.

 

Un vantaggio per la SEO

Pubblicare spesso e con regolarità è un’abitudine che può migliorare notevolmente il posizionamento dei contenuti del blog nelle SERP organiche di Google. Infatti, ogni volta che metti online un post, fai in modo che gli utenti web ti possano trovare nei risultati del motore di ricerca di Google, digitando alcune specifiche keyword.
Inoltre, pubblicare con una frequenza alta mostra a Google che il tuo blog è molto attivo.
Quindi, scrivere un articolo al giorno è senz’altro un buon modo di migliorare in tempi rapidi il proprio posizionamento su Google e, di conseguenza, la visibilità online del proprio blog.
Ovviamente, tutto ciò è possibile se si padroneggiano almeno le basi di una disciplina piuttosto complessa come la search engine optimization.
Proprio per avere dei vantaggi in termini di visibilità nei motori di ricerca, io ho deciso per esempio di pubblicare un post su Comunicare sul Web ogni giorno lavorativo. È una gran faticaccia, ma cerco di rimaner fedele alla linea editoriale che mi sono imposto.

 

Altri vantaggi interessanti

Oltre ad aumentare l’efficacia delle tue tattiche di SEO, pubblicare un post ogni giorno ti aiuterà a:

  • Aumentare la tua autorevolezza di blogger agli occhi del tuo pubblico (se sei chiaramente in grado di pubblicare contenuti di qualità).
  • Aumentare il traffico web verso il tuo blog (e ciò è diretta conseguenza di quanto detto al paragrafo precedente sui vantaggi in termini di SEO).
  • stringere amicizia con altri blogger, fare personal branding, ottenere contatti da aziende che vorranno avvalersi della tua professionalità e competenza ecc.

Questi risultati sono possibili postando anche meno frequentemente. Ma chi pubblica una volta al giorno li otterrà più rapidamente, sempre a patto di riuscire a creare contenuti di valore ritagliati sulle esigenze della nicchia a cui si rivolgono.

 

Un vincolo che può rivelarsi asfissiante

Pubblicare un post al giorno è un impegno che richiede una disciplina ferrea. Non sempre è facile rimanere fedeli a una linea editoriale così pressante. In tutto questo, viene utile stabilire un calendario editoriale, che schematizzi le uscite giornaliere, i loro argomenti e tutti i dettagli contenutistici che le riguardano.
Insomma: la parola d’ordine è organizzazione.
E poi non dimentichiamo un’altra risorsa importante: il tempo. Ne hai a sufficienza per creare un post ogni ventiquattro ore? Ne hai abbastanza per creare un contenuto web che sia realmente di valore? E se non sei tu che ti occupi della creazione dei contenuti, hai abbastanza risorse economiche per delegare questo lavoro a un bravo blogger o a un bravo web writer?
Per farla breve: fare tutto tu oppure esternalizzare sono due cose ben differenti. Quale delle due responsabilità ti senti di assumere, se scegli la frequenza di pubblicazione giornaliera per il tuo blog?

 

La qualità, nient’altro che la qualità

Prima di decidere quale sarà il tuo piano editoriale, bisogna che tu ti focalizzi sulle risorse che puoi investire nel tuo progetto online.
Ma prima ancora di questo, è bene che tu sappia che c’è una priorità che domina su tutto. Questa priorità è la qualità. Insomma: come ricordato già in precedenza, se vuoi davvero ottenere dei risultati brillanti con il tuo blog, dovrai mettere online contenuti di qualità.
In effetti, pubblicare ogni giorno un post di scarsa qualità non avrebbe alcun senso. Sarebbe come certificare che si sa produrre solo robaccia. E la propria web reputation ne uscirebbe immancabilmente rovinata.
Detto in poche parole: nessuna autorevolezza viene riconosciuta a quei blogger che, quotidianamente, infestano il web di spazzatura o di spam.

 

Alcuni criteri per decidere se pubblicare ogni giorno

Dunque, come bisogna comportarsi? Si deve pubblicare ogni giorno oppure no? La situazione ideale è quella in cui il blogger fa un sacrificio ed effettivamente scrive un contenuto di qualità ogni giorno. Ma della situazione reale, che si può dire?
Ecco alcune domande che ti consiglio di porti e a cui dare una risposta il più possibile onesta. Se avrai risposto di sì alla maggior parte di esse, è molto probabile che tu sia nella condizione favorevole per scrivere un contenuto quotidiano. O almeno: puoi provare a farlo per un certo lasso di tempo – direi almeno due-tre mesi –, vedendo così come ti trovi e quali risultati riesci a ottenere.
Ecco le domande per valutare le tue possibilità di blogging quotidiano:

  • Hai almeno un’ora al giorno da dedicare alla creazione di un contenuto di almeno 500 parole? (Questa, a mio avviso, è la lunghezza minima per un post. Se poi vuoi anche ottimizzare il post per una keyword specifica e miri a un buon posizionamento su Google, sappi che – soprattutto se la keyword che scegli è molto competitiva – dovrai scrivere un post di almeno 1.500-2.000 parole).
  • Sai creare un contenuto di qualità? Sai cioè creare valore vero per i tuoi lettori? (Se scrivi un post al giorno, non devi poi accampare la scusa che la quantità ti ha costretto a diluire la qualità!).
  • Sai scrivere in buon italiano?
  • Sei informato sulle ultime novità che riguardano la tua nicchia?
  • Nella tua nicchia ci sono spesso news oppure è un settore in cui è difficile trovare qualcosa di nuovo su cui bloggare?
  • Ti piace scrivere? (Se posti ogni giorno sul tuo blog, prepàrati a scrivere parecchio!).
  • Conosci almeno le basi della SEO?
  • Sai già dove potrai andare a reperire le immagini che concorreranno a creare i tuoi contenuti web?
  • Lo stile della tua scrittura è accattivante, originale, brioso? (Niente di più deleterio per un blogger che annoiare in continuazione i propri lettori online!).
  • Hai un po’ di immaginazione, per trovare cose originali di cui parlare, oppure ti limiteresti a riproporre le idee espresse dagli influencer della tua nicchia? Insomma: saresti un protagonista del tuo settore o ti limiteresti a fare da cassa di risonanza a quelli che contano davvero?
  • Sai misurare gli effetti del tuo blogging? (In pratica: come pensi di monitorare le statistiche del tuo blog? Perché ovviamente dovrai procurarti un riscontro preciso delle tue azioni di blogging, sennò per te sarà impossibile capire se stai muovendoti lungo la direzione giusta!).
  • Una volta scritto e pubblicato il post, riusciresti a trovare ogni giorno il tempo per pubblicizzarlo sui tuoi profili sui social network?
  • Una volta scritto e pubblicato il post, troverai il tempo di rispondere agli eventuali commenti dei lettori?

 

E ora di’ la tua!

Ecco, queste erano le mie considerazioni sulla frequenza di pubblicazione giornaliera su un blog. E tu, come la vedi? Sei anche tu un blogger? Qual è la tua frequenza di pubblicazione sul tuo diario in Rete? Riusciresti mai a postare un contenuto di buona qualità ogni giorno sul tuo blog? L’hai già fatto o lo stai facendo? Quali risultati ne hai ricavato?

Loading Facebook Comments ...

2 pensieri su “Bisogna pubblicare un post ogni giorno su un blog?

  1. Moira

    Ciao Alessandro,
    sempre utili le tue indicazioni, anche se in questo caso mi rattristano un pochino.
    Sicuramente non posso far parte del gruppo di blogger che postano quotidianamente. Mi sono posta l’obiettivo di pubblicare un post a settimana puntando sulla qualità e mantenere questa “promessa personale” è molto difficile.
    In ogni caso mi impegno e mi diverto e … continuo a seguire i tuoi utili suggerimenti!
    Buon Proseguimento
    Ciao Moira

    Rispondi
    1. Alessandro Scuratti Autore articolo

      Ciao Moira,

      Grazie, sei gentile! 🙂

      Io ho provato a postare un contenuto al giorno per un mese. Poi… sono scoppiato! Postare quotidianamente, sforzandosi di mantener alta la qualità, è davvero un’impresa: occorre bravura e tanto tempo a disposizione.

      Sicuramente tu riesci a creare valore anche con un singolo contenuto settimanale, perciò… aventi così! 🙂

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*