3 cose da togliere subito dal tuo sito o blog

errori sito web blogCreare un sito web o aprire un blog è sempre un’ottima cosa, sia da parte delle aziende che da parte delle singole persone. Già, perché fare un sito, magari un e-commerce – o anche un blog aziendale –, giova al business del brand o della PMI. Mentre creare un blog personale giova al singolo professionista in ottica di personal branding.

Ma costruire un blog o un sito può essere uno spreco di tempo e di denaro, se il progetto non è fatto come si deve. In effetti, qualsiasi progetto online deve adeguarsi a quel particolare mezzo di comunicazione che è il web. Ne deve cioè seguire le regole. Si tratta di rispettare – solo per fare un paio di esempi – le norme del web writing e della web usability.

Nello specifico, esistono dei comportamenti che ahinoi sono diffusi tra troppi webmaster e che sono deleteri per le ambizioni di successo di qualsiasi sito o blog. Mi riferisco a consuetudini di progettazione che non fanno altro che far fuggire a gambe levate i visitatori. Ti stai chiedendo quali siano? Te le elenco qui sotto, sotto forma di consigli su pratiche da evitare in qualsiasi modo.

 

  • Niente fastidiosi pop up

    Spesso, quando si arriva su una pagina web di un sito o su un post di un blog, subito compare un pop up. In genere, questa finestrella contiene l’invito a seguire il sito o il blog sui relativi profili sui social network.
    Ma perché un visitatore dovrebbe cliccare immediatamente “Diventa fan” o “Segui”? Voi seguireste sui suoi profili social qualcuno di cui non avete ancora letto niente? Per quale ragione dovreste mai accordargli fiducia cieca?
    Non parliamo poi dei pop up che contengono fastidiose pubblicità! I webmaster che li usano hanno capito ben poco di concetti come l’inbound marketing, il content marketing, lo storytelling o il viral marketing!
    Lo stesso discorso si può fare per i pop under pubblicitari, che celano maldestramente intenzioni ancora più pelose. Insomma: se vuoi guadagnare con un blog, cioè se vuoi fare soldi con la tua presenza online, ci sono altri modi. Sono più faticosi? Sì, è così. Però sono anche più rispettosi del tuo pubblico, che è poi il vero tesoro da conservare!

 

  • Niente CAPTCHA alfanumerici illeggibili

    Sarà di certo capitato anche a voi: compilate un qualsiasi tipo di modulo online e, quando arrivate al momento di inserire il codice CAPTCHA alfanumerico… continuate a sbagliarlo perché è praticamente illeggibile!
    In effetti, tante volte le lettere e i numeri sono così mascherati da essere incomprensibili. Altre volte, sono perfettamente leggibili, ma così sovrapposti da rendere impossibile comprendere il loro ordine di inserimento.
    Peccato che ripetere più volte la stessa noiosa operazione sia frustrante: i visitatori del tuo sito o blog si spazientiranno. Il rischio è che rinuncino del tutto a inserire un commento, a sottoscrivere la tua newsletter o a inviarti un modulo di contatto!
    La soluzione? È ovvio: bisogna agevolare il più possibile l’utente web. E in che modo? Per esempio, perché non inserire un CAPTCHA che contenga una semplice operazione aritmetica? Del tipo: “2 + 3 = ?”.

 

  • Niente video che partono in automatico

    Lascia sempre che sia il visitatore a decidere che cosa fare o non fare sul tuo sito web o sul tuo blog! Quindi, non far partire in automatico un video appena l’utente arriva su una tua pagina o su un tuo post. Non far partire alcun video nemmeno quando le persone scorrono verso il basso la pagina web che ospita il contenuto.
    I visitatori online vogliono che tu rispetti la loro libertà decisionale. Da’ loro opzioni di scelta, ma non forzarli mai. Perché le forzature faranno loro un’impressione pessima, tanto più se sono legate alla presentazione di offerte commerciali o alla comparsa dal nulla di banner pubblicitari molesti!
    Per capire meglio questa cosa, immagina di aver aperto sei-sette finestre nel tuo browser e che, improvvisamente, parta un audio che non sai associare ad alcuna pagina web. Non lo reputeresti un’intrusione bella e buona? In effetti, da quale finestra potrebbe mai provenire quella musica indesiderata? E che cosa pensi che farai quando avrai finalmente individuato il contenuto che ti ha disturbato?  🙂
    Perfino la musichetta di sottofondo appartiene oramai da tempo alla preistoria del web. Se il tuo obiettivo è quello di rendere più piacevole la navigazione dei tuoi visitatori, preoccupati piuttosto di creare contenuti di qualità e di progettare un sito usabile!

 

Ecco, queste sono le tre cose che ti invito a togliere subito dal tuo sito web o dal tuo blog. A me danno un fastidio terribile, ma faresti un errore grave a ritenere che diano fastidio solo a me. Già, perché disturbano un po’ tutti gli utenti web.

Come avrai notato, si tratta più che altro di consigli di buon senso. Perché la web usability spesso non è altro che buon senso applicato al web. Insomma: se tu hai cura di chi ti visita online, i tuoi utenti ti premieranno. Come? Ritornando sul tuo sito web o sul tuo blog. E condividendo i tuoi contenuti sui loro profili Facebook, LinkedIn, Twitter, Google+ e sugli altri social network.

Per finire, ti chiedo: anche a te danno noia le tre cose elencate sopra? Di più: esistono altri comportamenti dei webmaster che reputi disdicevoli o addirittura controproducenti per un sito o un blog? Parlane qui sotto! Lascia un commento e condividi con tutti noi le tue opinioni!

Loading Facebook Comments ...

6 pensieri su “3 cose da togliere subito dal tuo sito o blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*