Considerazioni per scegliere la strategia di web marketing

web marketingPer progettare una strategia – e una conseguente tattica – di web marketing che sia efficace è indispensabile riflettere su alcuni elementi preliminari.

Tutte le aziende desiderano avere una presenza online che gli consenta di trasformare i visitatori sul web in consumatori fidelizzati. Chissà che cosa non darebbero i direttori marketing dei brand per vedere gli utenti web che fanno passaparola dei prodotti aziendali sui social network, e per vedere i blogger che recensiscono positivamente i brand nei loro blog. Ma per ottenere risultati di questo tipo bisogna sapere come districarsi nella comunicazione online. E per riuscirci, bisogna avere per l’appunto una strategia di web marketing molto precisa.

Parlavo di elementi su cui riflettere per impostare la propria strategia di web marketing. Bene, ne ho individuati quattro. Ogni società, indipendentemente dalle proprie dimensioni, dovrebbe confrontarsi con i quattro punti qui sotto, poiché è impossibile fare digital marketing oggi senza averli considerati. Vediamoli uno a uno.

 

Gli obiettivi che si vogliono raggiungere in Rete

Definire i propri obiettivi online è la prima mossa per la progettazione di una strategia di web marketing davvero efficace. Per esempio, un’azienda potrebbe scegliere i propri obiettivi di presenza in Rete tra quelli seguenti:

  • Aumentare la propria visibilità sul web.
  • Valorizzare attraverso il canale web la propria expertise.
  • Individuare in modo più accurato i bisogni dei clienti e dei consumatori della propria nicchia di mercato.
  • Ridurre la distanza tra l’azienda e i suoi clienti.
  • Proporre delle offerte dedicate agli utenti del canale web (ma non solo).
  • Offrire un e-commere dei propri prodotti.
  • Gestire il servizio post-vendita.
  • Gestire le situazioni di crisis management.

 

La comunicazione nei confronti del pubblico della propria nicchia

Ne ho parlato spesso in questo blog: qualsiasi sia la forma di comunicazione che vuoi adoperare, devi conoscere perfettamente il pubblico a cui ti rivolgi. Solo così potrai tarare i tuoi messaggi sui bisogni delle persone che costituiscono il tuo target.
Se un’azienda riesce a identificare con precisione la nicchia a cui deve rivolgersi, potrà:

  • Conoscere bene i desideri dei propri clienti, potenziali e già acquisiti, anticipando le loro necessità future.
  • Capire quali sono i social network e, più in generale, i social media in cui il proprio pubblico si ritrova.
  • Come conseguenza al punto precedente, aprire un profilo o avere una presenza su quelle piattaforme online che raccolgono l’attenzione dei consumatori a cui l’azienda si rivolge.

 

I contenuti di qualità

Mai come nel caso di un’azienda che voglia fare web marketing in modo da impattare favorevolmente sul ROI, qualità significa creare contenuti pertinenti, originali e utili per gli utenti web che appartengono alla nicchia. Il cosiddetto content marketing è in effetti proprio questo: creare contenuti di qualità e girarli al proprio pubblico.

Se il brand o l’azienda riescono a creare contenuti web che attirino l’attenzione del proprio target, il gioco è fatto! Si creerà nelle persone quello che si chiama engagement, e che si traduce per esempio in:

  • Una maggiore condivisione dei contenuti aziendali sui profili social degli utenti.
  • Un maggior numero commenti al blog aziendale.
  • Un maggior numero di visite al sito web o al blog aziendali.

Tutto ciò consente di fare un inbound marketing che dà risultati concreti al business aziendale.  Ma quali contenuti web può pubblicare un’azienda? Ecco qualche esempio:

  • Articoli del tipo “come fare a…”, cioè contenuti che risolvono un problema agli utenti della nicchia (e in cui evidenziare che i prodotti o i servizi aziendali rappresentano delle soluzioni efficaci!).
  • Articoli d’attualità che riguardano il settore in cui l’azienda opera.
  • Articoli che lanciano promozioni esclusive.
  • Articoli che lanciano news aziendali particolarmente positive.
  • Articoli che informano il pubblico su nuovi prodotti o servizi aziendali.
  • Sondaggi rivolti al pubblico dei consumatori.
  • Interviste a manager o dipendenti dell’azienda.
  • Foto e video aziendali.

 

La search engine optimization

Posizionarsi bene su Google e sugli altri motori di ricerca è un altro modo perché un’azienda si differenzi dai concorrenti nel suo settore. Ma per ottenere un buon posizionamento nelle SERP dei motori occorre fare SEO in modo corretto.

Bisogna anche sapere che fare SEO come si deve richiede del tempo: non si arriva sulla prima pagina di Google dalla sera alla mattina (per quello, al limite, c’è Google AdWords!).

Anche nel discorso della SEO c’entrano i contenuti. Già, perché l’ottimizzazione on page e off page si fa proprio sui contenuti del sito web o del blog aziendale. E il compito della SEO è proprio questo: permettere che i contenuti che mostrano la qualità dei prodotti o dei servizi aziendali incontrino un pubblico interessato almeno potenzialmente ad essi.

 

Come è chiaro dagli esempi sopra, stabilire una strategia aziendale di web marketing è qualcosa di piuttosto complesso. Perché i fattori in gioco sono davvero tanti, e il rischio di non considerare qualche aspetto importante è alto.

Tu come la vedi? Secondo te è sufficiente considerare i quattro aspetti sopra per pensare una strategia marketing per il web oppure bisogna tener conto anche di altri fattori? Dai, lascia un commento qui sotto, ed esprimi la tua opinione su come si possa decidere una strategia efficace di marketing digitale!

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*