La matrice del social media manager

matrice social media manager
Quali sono gli elementi da considerare per fare social media marketing in modo efficace? E perché sono così fondamentali per la buona riuscita delle campagne sui social media? A queste domande risponde l’eccellente infografica riportata qui sopra, che è stata creata da Pietro Bonada di Hub09.it (clicca sull’immagine per ingrandirla).

Gli ingredienti della ricetta per un buon social media marketing sono quattro: la strategia, il contenuto, l’advertising e il monitoraggio. Vanno aggiunti esattamente in quest’ordine. Il problema è che spesso le aziende sbagliano la preparazione del piatto: mettono gli ingredienti a casaccio, ma soprattutto mettono solo quelli che piacciono a loro. Il risultato finale è però una vivanda che raramente è squisita. Anzi: il più delle volte ha un saporaccio.

Uscendo dalla metafora: sono purtroppo molte le aziende che fanno social media marketing senza sapere quali sono gli attori in gioco. Queste aziende finiscono sempre per sprecare il budget investito sui social media.

In particolare, dati i quattro elementi di cui abbiamo parlato in precedenza, è possibile che si presentino cinque differenti casistiche. Analizziamo quali sono.

 

  1. Il caso ideale: strategia + contenuto + advertising + monitoraggio

    In questa situazione, l’azienda ha fatto tutto ciò che bisognava fare. Si è cioè messa in una condizione ottimale. Questo perché è stata studiata una strategia, sono state pensate le tattiche e le tecniche per creare contenuti di valore, i contenuti sono stati spinti dalla pubblicità e c’è stato un costante monitoraggio dei risultati, così da correggere ciò che non ha eventualmente funzionato.
    Ripeto: questa è la situazione ideale. Tutti gli imprenditori e i direttori marketing dovrebbero tenerla ben presente, se vogliono centrare gli obiettivi del proprio social media marketing. #RisultatoAssicurato

  2. Caso 1: strategia + advertising + monitoraggio (no contenuto)

    Se non si dà la dovuta attenzione ai contenuti, cioè se non si creano contenuti di valore per la nicchia in cui si opera, non è possibile suscitare vero engagement. Questo significa che il target non viene intercettato e che le conversioni sono difficili, se non addirittura impossibili.
    Al limite, senza contenuti di qualità tarati sui bisogni del proprio pubblico, si riesce a fare solo un po’ di brand awareness. Troppo poco per le esigenze di un business che voglia essere moderno ed efficace anche sul web. #BastaCheSeNeParli

  3. Caso 2: strategia + contenuto + monitoraggio (no advertising)

    In questo caso, siccome l’azienda non ha investito in pubblicità online, manca la possibilità di diffondere i contenuti al target. Quindi, la società corre il rischio concreto di aver pubblicato degli ottimi contenuti che però non arrivano al pubblico. Manca insomma la visibilità.
    In linea di massima, acquistare pubblicità online non è strettamente necessario. Ma allora occorre essere molto efficaci con la SEO (nel caso si gestisca un corporate blog) oppure bisogna essere bravissimi a postare contenuti di grande valore (nel caso della gestione di profili social aziendali).
    Perciò, se si decide di risparmiare sulla web advertising, occorre fare comunque investimenti di altro tipo. Altrimenti, l’azienda può anche aver creato i contenuti migliori nella nicchia, ma i potenziali clienti non se ne accorgeranno.
    In estrema sintesi: la visibilità serve, eccome se serve, e in qualche modo bisogna procurarsela. #MaiUnaGioia

  4. Caso 3: strategia + contenuto + advertising (no monitoraggio)

    Forse questo è il mio caso preferito.  🙂  In una situazione simile, l’azienda ha fatto un ottimo lavoro a monte, ma non a valle. Non ha cioè pensato a come misurare i risultati del proprio impegno strategico e operativo.
    Purtroppo, questa è un’evenienza che si presenta più spesso di quanto si creda. Ed è una situazione parecchio pericolosa per l’azienda, perché quest’ultima non è in grado di misurare il ROI delle proprie azioni di social media marketing.
    C’è poi un altro pericolo per il business, ancor più grave. Se la strategia o le tattiche necessitano di correttivi, l’azienda, proprio perché non monitora costantemente i suoi processi, non riesce a capire dove mettere le mani.
    È come se un team di Formula 1 non misurasse i parametri che determinano le performance delle proprie vetture. Se poi i risultati non vengono, come si fa a migliorarli? Come si fa a capire se è necessario intervenire sugli pneumatici, sull’assetto della macchina, sulla benzina, sul motore o su altro? #StaiSenzaPensieri

  5. Caso 4: contenuto + advertising + monitoraggio (no strategia)

    Questa è la situazione in cui l’azienda ha inconsapevolmente deciso di affidarsi al caso. In effetti, senza una strategia, cioè senza una chiara direzione da percorrere, dove si pretende di andare?
    Seneca ha scritto: “Nessun vento è favorevole al marinaio che non sa a quale porto approdare”. La stessa cosa si può affermare per i business che decidono di fare social media marketing senza una strategia. Perché gli è impossibile fissare degli obiettivi e, di conseguenza, gli è impossibile raggiungere un qualsivoglia risultato soddisfacente. #CheDioCeLaMandiBuona

 

Sei un social media manager? Che cosa ne pensi allora di questa matrice? Sei d’accordo su come è strutturata e sugli elementi che la compongono? Ti sembra un aiuto efficace per quanti si occupano di social media marketing? Di’ la tua nei commenti a questo post!

 


social media marketingQuesto post che mostra la matrice del social media marketing, e che è pertanto dedicato a tutti i social media manager, è stato scritto da Alessandro Scuratti, content specialist e business blogger.
Da 20 anni mi occupo di comunicazione per le aziende, come business writer e come content marketer. Dal 2011, gestisco questo mio blog personale, che raccoglie diverse migliaia di visite al giorno. Sono autore del libro “Scrivere per il web 2.0”.
Vuoi contattarmi per saperne di più su come fare content marketing in maniera corretta, intercettando i bisogni del tuo target di consumatori e trovare così nuovi clienti? Puoi farlo da questa pagina!

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*