Fare content marketing efficace? Ecco come!

content marketingChe cos’è il content marketing? E come può un’azienda fare un content marketing che funzioni? A questi interrogativi risponde un’infografica (a destra, clicca per ingrandirla) di Web Net Hosting.

Innanzitutto, l’infografica ci propone una definizione di content marketing. Per l’esattezza, questa: “Il content marketing è un modo di promuovere i prodotti e i servizi dell’azienda presso il suo target, creando contenuti pertinenti e di valore che attirino l’attenzione del suo pubblico, che creino engagement e che possibilmente incoraggino quelle azioni dei consumatori che hanno un impatto positivo sui profitti aziendali”.

A questo punto, l’infografica sottolinea quelli che sono i grandi vantaggi offerti dal fare content marketing, e cioè:

  • Un miglior posizionamento su Google per i contenuti web del sito aziendale.
  • Un miglior keyword targeting, cioè la possibilità che il sito web dell’azienda attiri visitatori sfruttando contenuti che riguardano un ampio ventaglio di argomenti della nicchia.
  • Un posizionamento su Google per un maggior numero di keyword.

Infine, l’infografica ci spinge a concentrarci su quattro differenti modi di fare content marketing, indicando per ciascuno di essi delle linee guida.

 

Fare content marketing sui blog

L’azienda deve:

  • Includere un blog nel proprio sito web aziendale.
  • Scrivere contenuti di qualità per il blog aziendale.
  • Mettere il blog aziendale al centro di un progetto strategico.
  • Ottimizzare i contenuti web del blog per keyword strategiche.
  • Promuovere la condivisione attraverso i social media dei contenuti del blog aziendale.

L’azienda non deve:

  • Nel creare contenuti per il blog aziendale, mirare alla quantità anziché alla qualità.
  • Pubblicare contenuti web scritti in modo sciatto, trascurato.
  • Copiare i contenuti web altrui o creare contenuti duplicati dai propri.
  • Scrivere testi con paragrafi lunghi e poco leggibili.

 

Fare content marketing a mezzo stampa

L’azienda deve:

  • Pubblicare un nuovo documento stampa solo quando ha qualcosa di nuovo da dire.
  • Scrivere titoli per i documenti stampa che attirino l’attenzione dei lettori.
  • Evitare di fare errori di ortografia, grammatica e sintassi nelle proprie comunicazioni.
  • Usare una adeguata veste tipografica, affinché il contenuto appaia professionale.
  • Citare le fonti per ogni statistica e ricerca a cui viene fatto riferimento.

L’azienda non deve:

  • Inserire link a grappoli nei documenti.
  • Trasformare ogni articolo in una sfacciata pubblicità.
  • Truccare i dati contenuti nei documenti per fare bella figura.
  • Ignorare le corrette pratiche di PR.

 

Fare content marketing con le infografiche

L’azienda deve:

  • Rendere le infografiche più gradevoli possibile a livello visivo.
  • Inserire nelle infografiche numeri, statistiche, diagrammi a torta, diagrammi a barre.
  • Condividere le infografiche sui social media.
  • Provare a raccontare una storia diversa in ogni infografica.
  • Rendere le infografiche “embeddable” nei contenuti web altrui.

L’azienda non deve:

  • Scopiazzare infografiche già esistenti.
  • Piazzare nelle infografiche troppi dati, confondendo così i lettori.
  • Creare infografiche con contenuti web che possano creare imbarazzo a chi li condivide (le infografiche delle aziende hanno la funzione di supportare il business aziendale e devono perciò mantenersi più professionali che possono!).
  • Sviluppare le infografiche in senso orizzontale anziché verticale.

 

Fare content marketing attraverso i guest post

L’azienda deve:

  • Seguire attentamente le linee guida per il guest posting del sito web che ospita i suoi articoli.
  • Inserire nel guest post solo link che siano assolutamente attinenti agli argomenti trattati.
  • Scrivere una buona bio dell’autore del guest post.
  • Verificare l’autorevolezza del blog prima di postarci.
  • Rispondere ai commenti che i visitatori lasciano nel guest post.

L’azienda non deve:

  • Postare con l’unico scopo della link building.
  • Chiedere al blogger una modifica di una o più parti del guest post dopo la sua pubblicazione.
  • Lamentarsi se il guest post viene respinto dal blogger.
  • Scrivere un post su un argomento su cui hanno già scritto in mille altri della nicchia.

 

E tu, che cosa ne pensi? Condividi questi modi di fare content marketing? Secondo te, ce ne sono altri che sono altrettanto importanti e utili per le aziende? Lascia un commento qui sotto e condividi con noi quelle che, a tuo modo di vedere, sono le tattiche e le pratiche più efficaci per fare content marketing nel 2013!

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*