Come creare un blog in una nicchia affollata

creare un blogHai deciso di creare un blog, ma la nicchia a cui ti vuoi rivolgere è già affollata da un gran numero di blogger? Questo è effettivamente un problema, bisogna essere sinceri e dire le cose come stanno.

Spesso, la conseguenza di voler creare un blog in una nicchia già presidiata da altri blogger è lo scoraggiamento. Il neo blogger viene assalito da mille dubbi. Si fa domande del tipo: chi mai riuscirà a notare il mio blog? Ce la farò mai a raggiungere l’autorevolezza dei migliori blogger della mia nicchia? Riuscirò mai a ritagliarmi uno spazio di visibilità tra di essi? Sarò condannato a essere uno dei tanti blogger che devono accontentarsi di avere solo qualche visitatore al giorno?

Come potete constatare, ce n’è a sufficienza per abbandonare subito il progetto di creare un blog! Eppure, nonostante le premesse non siano certo rosee, sono convinto che comunque qualcosa si possa fare. Con un po’ di buonsenso, tanta voglia di impegnarsi e tantissimo lavoro, si può creare un blog che ottenga un discreto successo anche in una nicchia affollata. L’importante – ripeto – è credere ciecamente nelle proprie capacità, e lavorare in modo intelligente e duro.

Attenzione a una cosa. Con “discreto successo” intendo che anche tu potrai ottenere una “fetta di visibilità” all’interno della nicchia. E se decidi di monetizzare il tuo impegno sul blog, ricavarne anche qualche soddisfazione economica. Ma questo non succederà subito. E non ti farà certo incassare soldi in un amen. Facendo un calcolo molto approssimativo – non conosco né la nicchia dove vuoi creare il blog né l’impegno che puoi riversare nel progetto –, potrai ottenere qualche risultato soddisfacente in un paio d’anni. Sempre che tu sia in grado di creare contenuti di qualità e ben ottimizzati in chiave SEO, e che tu posti almeno due-tre volte la settimana. Quest’ultima cosa implica il postare almeno duecento-duecentocinquanta post in due anni. Sei pronto alla sfida?  🙂

Ripeto: quelli sopra sono calcoli fatti a spanne, giusto per fissare le idee. Tu guarda alla sostanza: creare un blog in una nicchia già satura di blogger – magari anche bravi – è un’impresa che non va affrontata alla leggera. Per emergere dall’anonimato e diventare autorevole serve una strategia chiara e tantissimo impegno. Due fattori che devono per forza tradursi nel lavoro duro.

Se stai ancora leggendo, probabilmente sei davvero motivato ad aprire un blog e a metterti in gioco. 🙂 Benissimo, questo atteggiamento vincente mi piace. Ecco allora i miei consigli su come creare un blog in una nicchia già affollata.

 

 

1. Come creare un blog in una nicchia affollata? Segmenta in base alle caratteristiche degli utenti.

Gli utenti di una nicchia hanno differenti gradi di conoscenza della materia, differenti esperienze, differenti risorse a disposizione. Per esempio, c’è chi ha un livello di conoscenze base degli argomenti, chi uno intermedio, chi uno avanzato. C’è chi non ha alcuna esperienza e c’è chi ne ha parecchia. C’è chi ha possibilità finanziarie pari a zero e c’è chi può invece spendere.

Come vedi, all’interno di una stessa nicchia, in genere, ci sono tanti tipi diversi di utenti a cui puoi rivolgerti. Ognuno di questi segmenti è un gruppo omogeneo di utenti che hanno fame di contenuti di qualità scritti appositamente per loro!

Segmentare in questo modo la nicchia presenta anche un altro vantaggio: ti porterà a capire con estrema precisione a chi si deve rivolgere la tua comunicazione. E questo ti condurrà a creare un blog in cui sarà molto più semplice scrivere, dal momento che hai un’idea più chiara di chi è il tuo pubblico e di quali contenuti web ha bisogno.

 

2. Come creare un blog in una nicchia affollata? Segmenta in base al tipo di problema.

Il pubblico di una nicchia ha tutta una serie di problemi specifici da risolvere, ed è alla caccia di contenuti di qualità che gli indichino come fare a trovare le soluzioni. Per esempio, i lettori di Comunicare sul web sono composti da persone che cercano consigli su come aprire un blog, ma anche su come creare una presenza efficace sui social media o su come posizionare un sito web ai primi posti nelle SERP di Google. Sono tre tipi di argomenti molto diversi tra di loro.

Se avessi voluto – e soprattutto se avessi avuto le risorse! –, avrei potuto creare un blog per ognuno di questi tre tipi di utenti web. Così, avrei per esempio potuto aprire un blog per gli aspiranti blogger, uno per i social media manager e uno per gli appassionati di search engine optimization.

L’idea è dunque, ancora una volta, quella di creare un blog per dare risposta agli specifici problemi, alle specifiche necessità di un sottogruppo di utenti della nicchia.

 

3. Come creare un blog in una nicchia affollata? Segmenta in base all’età e al sesso.

In molti casi, l’età influenza il modo in cui l’utente web si avvicina agli argomenti propri della nicchia. Talvolta, lo stesso si può affermare per il sesso dell’utente.

Facciamo l’esempio di un neo blogger che voglia creare un blog sull’essere genitori. In genere, bisognerà distinguere le informazioni dirette ai papà da quelle dirette alle mamme. Questo perché, in genere, mamme e papà hanno conoscenze, aspettative e bisogni formativi differenti circa la genitorialità.

Facciamo ora l’esempio di chi voglia creare un blog su come prendere decisioni circa la propria carriera lavorativa. In questo caso, ci si può rivolgere agli studenti universitari appena laureati, ai professionisti intorno ai quarant’anni o ai manager sopra i cinquanta. È chiaro che bisognerà progettare contenuti di qualità diversi a seconda del target a cui ci si rivolgerà. L’età così diversa obbligherà il blogger a differenziare sia i contenuti web proposti che le modalità di comunicazione.

 

4. Come creare un blog in una nicchia affollata? Segmenta in base alle caratteristiche psicologiche.

Le persone hanno psicologie differenti. Non tutti ragioniamo o reagiamo allo stesso modo. E anche questo può essere tenuto in considerazione se si vuole creare un blog in una nicchia affollata.

Mi spiegherò facendo degli esempi. All’interno di una nicchia possono esserci persone molto orientate alle soluzioni pratiche. Queste persone non amano tanto la teoria. Perciò, un’idea potrebbe essere quella di scrivere per loro dei contenuti di qualità del tipo “come fare a…”.

Esistono poi delle persone che sono innamorate delle novità (per esempio, in ambito tecnologico, questi utenti sono chiamati early adopter). Per queste persone bisogna creare contenuti di qualità che parlino delle ultime novità e innovazioni che riguardano la loro nicchia.

 

5. Come creare un blog in una nicchia affollata? Agisci sulla frequenza di pubblicazione.

Se la tua nicchia è affollata, ma in genere i blogger – anche se molto autorevoli – pubblicano con una frequenza bassa, hai comunque davanti a te una buona opportunità. Puoi decidere infatti di creare un blog in cui posti un contenuto di qualità ogni giorno. Così colmerai il vuoto di informazione lasciato dagli altri blogger. E avrai più possibilità di dare in anteprima le notizie più importanti per la tua nicchia!

Se invece nella nicchia ci sono molti blogger che pubblicano post ogni giorno, ma i loro contenuti sono piuttosto brevi e sbrigativi, puoi fare la cosa opposta. Puoi decidere di creare un blog che pubblichi con una frequenza più bassa. Però, i tuoi post dovranno essere molto lunghi, e dovranno riportare quanti più dettagli possibili sulle informazioni che hai condiviso.

 

6. Come creare un blog in una nicchia affollata? Scegli uno stile di comunicazione personale.

Che cosa significa scegliere uno stile personale? Mi spiego con un paio di esempi. La nicchia in cui hai deciso di creare un blog è piuttosto formale e piena di blogger ingessati? Bene, usa uno stile di comunicazione informale, brioso, veloce. Puoi anche valutare, in certe situazioni, di essere un po’ provocatore, guastafeste, bastian contrario. Insomma: il mio consiglio è quello di differenziarti dall’eventuale massa anonima usando uno stile fresco, diretto, agile, anticonformista.

Al contrario, potresti notare che nella tua nicchia la maggior parte dei blogger comunica in modo così informale da rasentare la superficialità. Forse tra gli utenti c’è l’esigenza non ancora soddisfatta di informazioni fornite in maniera più meditata, più matura, più istituzionale. In questo caso, potresti valutare di creare un blog dai toni pacati e riflessivi.

 

7. Come creare un blog in una nicchia affollata? Pubblica dei video.

Un altro modo per distinguersi dagli altri blogger della propria nicchia è fornire contenuti di qualità in modo originale, cioè differente da come fanno gli altri. Che significa? Hai mai pensato di creare un blog i cui contenuti siano solo dei video? Moltissimi utenti web adorano i video – perché odiano far fatica a leggere sul monitor – e preferiscono guardare quelli piuttosto che leggere i testi.

Al limite, puoi creare contenuti che integrino le informazioni dei testi attraverso un largo impiego di immagini e video. Alcune nicchie si prestano particolarmente a questa “diversificazione” dei contenuti web. Pensiamo per esempio ai blog che parlano di cucina o di moda. Scrivere una ricetta o descrivere un abito va benissimo, ma il risultato sarebbe maggiore se si provvedesse a creare un blog con le foto dei piatti cucinati e con le foto degli abiti. Ancora meglio se i contenuti fossero abbinati a video con la preparazione dei piatti e con le sfilate che riguardano gli abiti descritti.

 

Ecco, questi sono i miei consigli di segmentazione per chi desidera creare un blog anche se la nicchia che ha scelto è già piena zeppa di blogger. È comunque possibile combinare due-tre dei consigli sopra e dare vita a un progetto online che si rivolga quindi a utenti con un profilo più complesso.

Come avrai notato, la parola d’ordine di questo mio post è differenziarsi. Si tratta di un concetto molto caro al marketing: chi si differenzia ha successo, chi copia quelli che già sono sul mercato rischia seriamente di fallire i propri obiettivi. Ecco allora che l’operazione di segmentazione diventa fondamentale per creare un blog che possa ritagliarsi uno spazio nella propria nicchia.

E tu come la vedi? Secondo te, esistono altri modi di segmentare il pubblico di una nicchia già satura di blogger? Se sì, quali sono? Lascia un commento e condividi con noi i tuoi consigli su come creare un blog in una nicchia che si presenti già affollata!

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*