Archivi tag: web usability

Neuromarketing, A. Saletti [RECENSIONE]

neuromarketingNeuromarketing (lo puoi trovare su Amazon.it) è un compendio delle principali tecniche di psicologia della persuasione applicate al web. Il libro è destinato ai neofiti della materia. Nello specifico, può rappresentare una guida affidabile sia per gli imprenditori che per i dirigenti aziendali.

Saletti è riuscito a scrivere un manuale che ho trovato senz’altro utile. Se sei un professionista del web, i contenuti del testo non ti saranno del tutto nuovi. Ma se invece sei un imprenditore o un direttore marketing o comunicazione che vuol capirne di più di neuromarketing, questo libro ti darà sicuramente una mano. Anche perché è scritto in modo semplice e chiaro. L’intento dell’autore (a mio avviso perfettamente raggiunto) è stato per l’appunto quello di rendere più semplici possibili i concetti. Il che ne facilita l’assimilazione. Continua a leggere…

Leggibilità di una pagina web: come migliorarla?

leggibilitàSi sa: leggere su monitor è più faticoso che leggere su carta. Devi dunque garantire la migliore leggibilità possibile agli utenti del tuo sito web o del tuo blog aziendale. In sostanza: devi mettere i tuoi visitatori (potenziali clienti?) nella condizione di poter leggere i tuoi contenuti online senza eccessiva fatica. Solo così potranno comprendere i tuoi messaggi.

Dunque, come migliorare la leggibilità delle tue pagine web? Esistono alcuni suggerimenti che funzionano sempre. Si tratta di consigli che spesso hanno a che fare con la web usability. In ogni caso, hanno molto a che fare con il buon senso. Continua a leggere…

10 statistiche utili a realizzare un sito web che trova clienti

sito web ecommerceStai per mettere online il sito web della tua azienda o il suo e-commerce oppure il tuo corporate blog? Fermati un attimo! Hai curato proprio tutti i dettagli che contano? Oppure ti sei fatto prendere dalla fretta e dall’approssimazione? Ti dico così perché i tuoi risultati di business dipendono proprio dalla cura con cui hai realizzato il tuo progetto web.

Per esempio, lo sai che creare un sito istituzionale o un blog aziendale secondo le norme della web usability può aiutarti nella lead generation? In altre parole: non puoi trascurare il design del tuo sito, se vuoi riuscire a vendere online. Quindi, non basta solo saper scrivere per vendere – anche se è altrettanto indispensabile per aumentare le vendite su Internet. Creare un sito usabile, cioè che offra un’esperienza di navigazione buona, è davvero fondamentale. Continua a leggere…

Che danni comportano siti e server lenti? [Consigli per velocizzarli]

server sitoDevi mettere online il sito web istituzionale della tua azienda? Oppure il suo coportare blog? O ancora: stai per lanciare l’e-commerce del tuo business? Ogni volta che si dà vita a un progetto online, occorre tener conto di moltissimi aspetti. Alcuni di questi? Beh, per esempio l’usabilità del sito e la fruibilità delle sue pagine web sui diversi browser e soprattutto sui diversi device.

Gli esperti di server di Aziende Italia hanno riepilogato in un’ottima infografica (qui sopra a destra, cliccala per ingrandirla) alcuni case study e statistiche sui benefici che derivano dall’avere siti veloci. Hanno fatto anche di più: hanno citato le aspettative che gli utenti web hanno durante la navigazione, e in questo senso hanno condiviso anche dei consigli pratici per velocizzare i nostri progetti online. Continua a leggere…

10 cose che fanno arrabbiare chi visita il tuo sito

sito web usabilityChe cos’è un sito bello? Più precisamente: che cosa intendiamo con “bello” quando ci riferiamo a un sito web? Sono convinto che l’aggettivo “bello” non andrebbe mai usato a riguardo dei siti. Perché porta quasi sempre a un grave fraintendimento e, di conseguenza, conduce a prendere decisioni di progettazione che poi fanno disperare gli utenti che i siti li navigano. Mi spiego meglio.

Non ha senso volere che un sito sia bello. Il compito di un sito non è infatti quello di essere esteticamente gradevole, ma quello di essere utile per la nicchia di utenti a cui si rivolge. Quindi, il peggior giudice di un sito è probabilmente il suo proprietario. Come mai? La ragione è semplice: un progetto web non dev’essere piacevole da guardare per il suo proprietario, ma dev’essere piacevole da navigare – ed efficace nei contenuti – per le persone che lo usano. Continua a leggere…