Archivi tag: pay per click

Trovare clienti con Google, di A. Agostini e B. Clay

trovare clienti con googleTrovare clienti con Google (disponibile su Amazon.it) è un libro che, come indica la seconda parte del suo titolo, illustra le principali tecniche SEO e pay per click per fare business sul web. Hai bisogno di rimpolpare la tua clientela? Qui trovi un sacco di idee su come fare. Continua a leggere…

Search engine marketing: quale strategia per le aziende?

Qual è la strategia di SEM (search engine marketing) più efficace per un’azienda? Una risposta ci viene da un’infografica di Elliance. In essa vengono individuati quattro diversi obiettivi di marketing:

  1. la brand awareness
  2. la customer attraction
  3. la customer retention
  4. il lancio di un nuovo prodotto

Stabiliti gli obiettivi, Elliance valuta per ciascuno di essi la strategia di search engine marketing, mixando i seguenti cinque elementi tattici:

  1. il pay per click
  2. la SEO (search engine optimization)
  3. l’article marketing
  4. il linking (link sponsorizzati, banner, inserimento link in web directory)
  5. i social media

Ed ecco qui sotto l’infografica con i consigli per fare search engine marketing in modo efficace.

search engine marketing

In sostanza, se l’obiettivo di un’azienda è fare brand awareness, occorre che il marketing punti soprattutto sulla search engine optimization. Poi, in secondo piano, sul pay per click, sull’article marketing, sulle attività di linking e sui social media.

Se invece lo scopo aziendale è la customer attraction, ecco che bisogna rivolgersi principalmente alla search engine optimization e alle attività di linking. In misura minore, si potranno usare anche il pay per click, l’article marketing e i social media.

In caso di customer retention, l’azienda dovrà far leva innanzitutto sulla search engine optimization e sui social media.

Infine, nel caso del lancio di nuovi prodotti, il marketing aziendale farà bene a usare in modo massiccio il pay per click. In seconda battuta, dovrà rivolgersi anche alla search engine optimization, all’article marketing e alle attività di linking.

A parer mio, Elliance è un po’ troppo timida con l’uso dei social media. In effetti, nel lancio di un nuovo prodotto, io userei massicciamente non solo il pay per click, ma in primo luogo proprio i social media. Anche per la customer retention, avrei dato ai social media un pallino pieno e non solo mezzo. Pensiamo infatti a quanto sono importanti l’ascolto e il dialogo con i propri clienti.

Poi, ma ammetto che questa è una mia fissa, avrei dato in ogni situazione un pallino intero alla search engine optimization. Un investimento in SEO non rappresenta mai uno spreco di soldi. Anzi!

E tu come la pensi? Sei d’accordo con questa infografica? Secondo te, quale può essere per un’azienda una strategia efficace di search engine marketing?

“Search engine marketing”, E. Carlucci

search engine marketingSearch engine marketing è il primo libro italiano che parla di SEM (search engine marketing, per l’appunto). Pertanto, i temi in esso trattati sono: il pay-per-click, il keyword advertising, le landing page, la SEO (search engine optimization). L’esposizione dell’autore ricorre a un linguaggio chiaro e semplice, che non rinuncia però all’approfondimento dei contenuti.

Search engine marketing si rivolge ai professionisti del marketing e della comunicazione, agli imprenditori e, più in generale, a tutti quelli che vogliono comprendere i meccanismi del SEM.

Il testo – ma sarebbe più corretto chiamarlo manuale – contiene informazioni e istruzioni molto pratiche e dettagliate su come pianificare, realizzare e monitorare qualsiasi campagna di keyword advertising. In effetti, l’intento di Search engine marketing è insegnare al lettore a promuovere brand, prodotti e servizi, aiutandolo nel contempo a controllare il budget a disposizione, il CTR degli annunci pubblicitari, il ROI delle singole campagne.

Come detto, il libro va a colmare un vuoto nella letteratura sul SEM di casa nostra. In questo senso, risulta ancor più apprezzabile lo sforzo comunicativo dell’autore, che è volto a rendere il search engine marketing davvero alla portata di chiunque.

Ecco gli argomenti trattati nel testo di Carlucci:

  • I segreti della Googlenomics
  • Le basi del search engine marketing
  • Pianificare una strategia di successo
  • Le metriche del keyword advertising
  • Strutturare le campagne SEM
  • Il targeting
  • Scegliere le parole chiave per le campagne
  • Scrivere gli annunci delle campagne
  • Landing page, offerte e conversioni
  • Monitorare e ottimizzare le performance delle campagne
  • Oltre i motori di ricerca
  • SEM versus SEO: strategie alternative o complementari?

Cura antidepressione per web editor e SEO specialist

Spesso le persone mi guardano perplesse quando racconto loro che faccio il web editor e che adoro cimentarmi con l’ottimizzazione SEO dei siti per ottenere un buon posizionamento sui motori di ricerca. In quei momenti, provo sconforto.  🙂

Allora, per tirarmi un po’ su, faccio due cose. La prima è evitare di bombardare ulteriormente gli interlocutori introducendo il concetto di SEO specialist: se guardano strano un web editor, che faranno con un SEO specialist?  🙂

La seconda è, appena posso, tornare a leggere la ricerca di SEOmoz del 2010, che spiega come i risultati organici ottengano su Google l’88% dei clic, mentre quelli a pagamento solo il 12%.

Clic risultati organici Google

La ricerca dice inoltre che, come è oramai noto, la prima posizione su Google vale oro.

Percentuale clic su prima pagina Google

Certo, si tratta di dati riferiti ai soli Stati Uniti e che sembrano un po’ troppo generosi con il posizionamento organico. Probabilmente, percentuali più corrette – almeno in Italia – potrebbero essere: 75-80% risultati organici, 20-25% risultati pay per click. Nonostante ciò, su di me, la ricerca ha ugualmente un effetto terapeutico. È come affondare il cucchiaio in un vasetto di Nutella!  🙂

Distribuzione dei clic su Google: differenza tra risultati organici e annunci pay per click di AdWords

Un ottimo posizionamento su Google è fondamentale per la visibilità di un sito web. Per ottenerlo si usano di norma le tecniche SEO e il pay per click di Google Adwords. Le tecniche SEO migliorano il posizionamento organico, Google Adwords crea annunci a pagamento.

Ma qual è la distribuzione dei clic degli utenti quando in una SERP di Google ci sono sia i risultati organici che quelli pay per click?

Google: differenza distribuzione clic tra posizionamento organico e pay per click di Adwords

Una ricerca di SEOmoz del 2010, su dati americani del 2009, dice che i risultati organici ottengono l’88% dei clic, quelli a pagamento solo il 12%.

La ricerca dice anche che l’investimento nel pay per click di Adwords è 18 miliardi di dollari, mentre quello nel SEO 1,5 miliardi.

Infine, l’indagine mostra che le campagne SEO hanno CTR più alto delle campagne pay per click.

Differenza percentuale clic posizionamento organico pay per click Google AdwordsUna seconda ricerca, citata da WSI nel 2011, dà risultati diversi nei numeri ma non nella sostanza. I clic sui risultati organici sono il 74,3%, mentre i clic sui risultati pay per click di Google Adwords sono il 25,7%. Questi ultimi, si dividono così: 12,2% dei clic agli annunci sopra i risultati organici, 13,5% agli annunci a destra dei risultati organici.

Questa ricerca attribuisce più clic ai risultati a pagamento a destra dei risultati organici. Un fatto strano, poiché i risultati a pagamento sopra quelli organici hanno una posizione più visibile!

Differenza percentuale clic posizionamento organico pay per click Google AdwordsIn una ricerca del 2007, la distribuzione di clic tra pay per click e risultati organici cambia ancora: 32% contro 68%.

Però, il CTR degli annunci pay per click di Google Adwords sopra i risultati organici è maggiore di quello alla loro destra.

Domanda finale: meglio investire sul posizionamento organico o sul posizionamento pay per click? Una strategia intelligente di posizionamento su Google suddivide gli investimenti sui due canali.

La suddivisione degli investimenti tra SEO e annunci a pagamento sarà tema di uno dei prossimi post.