Archivi tag: LinkedIn

Intervista a Valentina Vandilli, LinkedIn trainer ed esperta di strategie social

Valentina Vandilli LinkedIn TrainerLinkedIn è oramai una piattaforma usata in ogni angolo del nostro pianeta. In Italia conta circa 11 milioni di utenti. Oltre 550 sono quelli attivi a livello globale. Si tratta di numeri davvero straordinari, che fanno di LinkedIn il social network professionale numero uno al mondo.

Dal momento che LinkedIn rappresenta “il posto in cui stare per le aziende e per i professionisti, è bene imparare a usarlo in modo proficuo. Già, ma come si può imparare a sfruttare al massimo questa piattaforma? La risposta ci può venire per esempio dall’esperienza di Valentina Vandilli, esperta di strategie social e LinkedIn trainer. Continua a leggere…

TENIAMOCI IN CONTATTO di Reid Hoffman [RECENSIONE]

teniamoci in contatto linkedinTeniamoci in contatto (lo puoi trovare su Amazon.it) è un utilissimo saggio, che parla dell’importanza delle relazioni professionali in ambito lavorativo. L’argomento è trattato con pertinenza e in profondità. E la cosa non stupisce, dal momento che uno dei due autori del libro è Reid Hoffman, cioè uno dei fondatori di LinkedIn, il social network delle relazioni professionali.

Che cosa ci insegna Teniamoci in contatto? Il concetto alla base del volume è il seguente: il potere e le opportunità di un lavoratore aumentano in modo esponenziale quando ha un suo network. Per dirla come un vecchio adagio, l’unione fa la forza. In altre parole: per quanto bravo un professionista possa essere, ottiene molto di più se attinge o collabora con il proprio network di conoscenze. Insomma: è raro incontrare tipi come Henry Cavendish. Di più: al giorno d’oggi, quel tipo di solitudine lavorativa non pagherebbe, anche se a praticarla fosse un vero e proprio genio. Continua a leggere…

Professional Branding su LinkedIn: 5 consigli per migliorarlo

professional branding linkedinHai presente LinkedIn, il famoso social network che fa incontrare i professionisti dei cinque continenti? Il 2017 non si è ancora concluso, ma già ad aprile la piattaforma di Reid Hoffman, Allen Blue, Eric Ly, Konstantin Guericke e Jean-Luc Vaillant festeggiava i suoi 500 milioni di utenti iscritti nel mondo, di cui oltre 10 milioni sono italiani fieri di sfruttare il social network per avere nuove connessioni lavorative.

Tenendo conto di questi numeri, sono certa che già conosci molto bene LinkedIn. Ma se stai leggendo questo articolo è perché, probabilmente, hai intenzione di migliorare la tua visibilità sulla piattaforma. Aprire un canale personale su un social importante come LinkedIn e poi abbandonarlo a se stesso non è di certo una mossa vincente, soprattutto se hai intenzione di sfruttare il tuo profilo per farti conoscere e dimostrare quanto sei abile nel tuo settore di competenza. Continua a leggere…

Quando è meglio postare su LinkedIn? In che giorni? A che ora?

profilo linkedinQuando è meglio pubblicare contenuti su LinkedIn? Vale a dire: in quali giorni e in quali orari è più conveniente postare su questo social per ottenere la massima visibilità? Di solito, si consiglia di evitare il sabato e la domenica. Anche il lunedì e il venerdì sembrerebbero giorni sfavorevoli: il primo perché i professionisti sono al rientro e perciò molto impegnati, il secondo perché pensano già al weekend.

Sugli orari in cui è più proficuo pubblicare, pare che di norma i massimi risultati si ottengano la mattina presto, prima che le persone inizino a lavorare, e il tardo pomeriggio, quando le persone stanno per staccare dal lavoro. Questi sono insomma i consigli (di buon senso) che si possono leggere un po’ dappertutto per avere più visibilità su LinkedIn. Continua a leggere…

Esperimento su LinkedIn: post di solo testo con un po’ di storytelling

come usare LinkedInDa una ventina di giorni sto facendo un esperimento su LinkedIn. Oltre alla mia solita attività di condivisione di contenuti, di pubblicazione di post su Pulse e di interazione con i contenuti altrui, sto pubblicando contenuti di solo testo. In pratica: pubblico degli aggiornamenti di stato che sono solo testuali. Niente foto, niente link, al massimo uno o due hashtag inseriti lungo il testo. Continua a leggere…