Trovare lavoro nell’era dei social network [podcast]

trovare lavoro social networkI social media hanno influenzato il modo in cui cerchiamo lavoro? Sicuramente sì. Questo perché, da quando esiste il web, reperiamo online gran parte delle informazioni sulle aziende che assumono. Inoltre, inviamo molte delle nostre candidature proprio attraverso la Rete. D’altro canto, il web ci viene ancora in aiuto quando dobbiamo informarci su come scrivere un curriculum, su come redigere una lettera di presentazione, su come prepararci per un colloquio di lavoro ecc.

Ma c’è di più. Internet non ha influenzato le abitudini solo di chi cerca un impiego. Ha infatti cambiato anche il modo di fare recruiting, cioè le pratiche operative dei selezionatori del personale.

Nel podcast sottostante, si parla per l’appunto di tutti questi cambiamenti. Nella chiacchierata che ho fatto con Paolo Fieni, grande esperto in selezione del personale e inventore di TrovareUnLavoro.it, emergono entrambi i punti di vista: quello di chi cerca lavoro e quello di chi fa recruiting.

Se stai cercando lavoro oppure sei semplicemente interessato a capire come la Rete abbia modificato le dinamiche del recruiting, le parole di Paolo rappresentano una miniera di informazioni preziose. Tra l’altro, ho chiesto al mio ospite quali siano i segreti per fare buona impressione ai selezionatori, a partire dalla redazione di un curriculum vitae e di una lettera di presentazione realmente efficaci. Insomma: nei 73 minuti del podcast trovi una gran mole di informazioni pratiche, che ti saranno utilissime per trovare un impiego – o per cambiare quello che hai.

Ecco, per esempio, alcune delle domande che ho posto a Paolo:

  • Le statistiche indicano che, negli USA, praticamente tutti i recruiter vanno a rintracciare i candidati sui social network. Anche da noi c’è la stessa tendenza?
  • Molti candidati interpretano l’atteggiamento dei selezionatori – intendo la loro attività di “verifica” sui social network – come un’invasione della propria privacy. D’altro canto, le “tracce” che tutti noi lasciamo sul web sono spesso “pubbliche”, cioè visibili a chiunque liberamente. Ci aiuti a fare un po’ di chiarezza su questo argomento delicato?
  • Quali sono i contenuti che pubblichiamo online che possono danneggiarci in fase di selezione? In altre parole: se stiamo cercando lavoro, quali post dovremmo evitare di pubblicare sui nostri profili social perché allarmerebbero un selezionatore del personale?
  • Immagino che i recruiter vadano per prima cosa a verificare il nostro profilo Facebook. Qualche tuo consiglio per migliorare la nostra digital reputation?
  • Anche i nostri blog personali – oramai moltissimi di noi ne hanno uno – sono sotto gli occhi di tutti. Quali sono i tuoi suggerimenti in questo caso?
  • Ammettiamo che io sia un giovane neolaureato che sta cercando lavoro. Potresti darmi tre-quattro dritte per curare come si deve la mia digital reputation?
  • Ti faccio la domanda che tutti i lettori stanno aspettando con impazienza: ci daresti due-tre consigli a bruciapelo per aiutarci a scrivere un curriculum vitae che fa trovare lavoro?
  • Scrivere un curriculum vitae è un’attività di personal branding, una disciplina che si rivela un prezioso alleato per chiunque voglia crearsi un’immagine riconoscibile e autorevole, sia online che offline. Puoi spiegarci meglio come il personal branding può aiutare le persone a trovare un lavoro?
  • Esistono anche le cosiddette “thank you note”, ce le consigli?

 

Bene, è il momento di lasciarti al podcast. Prima però un paio di ringraziamenti. Il primo va al mio ospite: la gentilezza e la disponibilità di Paolo Fieni sono pari alla sua competenza e professionalità. Il secondo ringraziamento va, come sempre, alla casa editrice Area51 Publishing, per l’ospitalità e per il lavoro di post produzione sul podcast.

Buon ascolto e in bocca al lupo a tutti quelli che stanno cercando un lavoro! Lo sforzo di Paolo e il mio voleva soprattutto esservi di aiuto nella ricerca. Speriamo di avermi dato qualche spunto di riflessione interessante e qualche linea guida lungo cui muovervi.

 

trovare lavoro con i social network

trovare lavoro con i social network

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*