Posizionamento in Google: l’importanza del tag title

Posizionamento in GoogleSono molti i fattori che influenzano il posizionamento in Google di una pagina web di un sito oppure di un post di un blog aziendale. Alcuni di questi fattori sono strettamente collegati alla SEO on page. Si tratta cioè di applicare le tecniche di search engine optimization direttamente sulla pagina web o sul post.

Il tag title rientra tra i fattori della SEO on page. Anzi: per molti SEO specialist, è proprio il più importante di questi fattori. È cioè quello che più incide sul posizionamento in Google dei contenuti web pubblicati. La domanda è allora la seguente: come creare un buon tag title? In altre parole: come scrivere e ottimizzare un titolo che permetta ai nostri contenuti web di ben posizionarsi nelle SERP di Google?

Attenzione a una cosa. L’ottimizzazione del tag title è un’operazione che richiede una cura particolare. Perché? Da un lato perché il tag title deve essere scritto per GoogleBot, lo spider di Google. In effetti, il nostro obiettivo è arrivare a un posizionamento in Google soddisfacente. Dall’altro perché il tag title deve essere scritto anche per gli esseri umani, cioè per gli utenti web.
Un bravo web writer deve mediare le due esigenze. Adesso vedremo come.

 

Il tag title e la sua importanza per il posizionamento in Google

Abbiamo stabilito che il tag title è il fattore più potente per l’ottimizzazione SEO on page. Dunque, come scrivere tag title che consentano un buon posizionamento in Google?

Il tag title è un elemento specifico del codice HTML di ogni pagina web di un sito. Si noti che il tag title (detto anche semplicemente titolo) non appare nel testo di una pagina web o di un post, ma nella barra in alto della finestra del browser. Quindi, il titolo non va in alcun modo confuso con il titolo H1 dell’articolo o del post (cioè con il tag H1).

Ma attenzione! Il tag title è anche il link che appare nella pagine dei risultati di Google e degli altri motori di ricerca. È cioè quel link che, una volta cliccato, porta alla pagina web corrispondente.

Personalmente, scrivo tag tile e tag H1 identici nei post di Comunicare sul Web. Per esempio, in questo post il tag title e il tag H1 sono: “Posizionamento in Google: l’importanza del tag title”. Mi comporto così per un motivo di coerenza del messaggio. Voglio cioè che l’utente che clicca sul mio link nella SERP di Google ritrovi lo stesso testo nel tag H1. Voglio cioè eliminare qualsiasi possibilità di spaesamento al visitatore che arriva sul post del mio blog.

Se sei un web writer o un web content editor, sai come sia importante scrivere buoni titoli per attirare l’attenzione degli utenti che scorrono i risultati nelle SERP di Google. Convincere gli utenti web a cliccare il tuo link è fondamentale. Anzi, è tutto! Pertanto, una prima osservazione è questa: non basta compilare il tag title in modo tale da piacere a GoogleBot e ottenere un buon posizionamento in Google. Bisogna compilarlo in modo tale da piacere anche a chi usa Google!

Dunque, ha senso spezzare in due parti i consigli su come ottimizzare il tag title per gli articoli o i post. La prima parte dei consigli riguarderà l’ottimizzazione del titolo in ottica SEO per il posizionamento in Google. La seconda parte di suggerimenti riguarderà l’ottimizzazione del title per aumentare il CTR del corrispondente link nelle SERP di Google.

 

Consigli su come ottimizzare il tag title per il posizionamento in Google

Ecco alcuni suggerimenti in chiave SEO per poter ottimizzare efficacemente il tag title di una pagina web o di un post. Seguirli significa migliorare certamente il posizionamento in Google dei propri contenuti web.

  • Il titolo deve essere breve: bisogna scrivere un testo al massimo di 10 parole. Se il titolo è troppo lungo, non sarà possibile visualizzarlo completamente nella parte alta del browser e – cosa ben peggiore! – nelle SERP di Google.
  • Il titolo deve contenere anche la keyword primaria per cui si sta ottimizzando la pagina web o il post. Si tratta di un punto fondamentale se si vuole ottenere un buon posizionamento in Google per quella keyword.
  • Il titolo deve avere la keyword primaria all’inizio del suo testo (keyword prominence).
  • Il titolo deve riflettere il contenuto della pagina web o del post.
  • Il titolo deve costituire un messaggio sensato. Perciò, non bisogna creare un banale elenco di keyword (niente keyword stuffing!), ma costruire una frase con un senso. Altrimenti, il motore di ricerca può addirittura penalizzare il contenuto, vanificando tutti gli sforzi per raggiungere un buon posizionamento in Google!
  • Il titolo non deve contenere errori ortografici.
  • Il titolo deve essere unico, non può cioè appartenere anche ad altre pagine. Ogni pagina web deve avere il proprio title.

 

Non solo posizionamento in Google: come scrivere un tag title ad alto CTR

Vale la pena ripeterlo: scrivere un titolo per ottenere un buon posizionamento in Google è solo metà del lavoro. In effetti, il titolo deve avere un significato anche per gli utenti di Google, che lo incontrano nelle SERP del motore di ricerca sotto forma di link al contenuto relativo. Dunque, compito fondamentale del tag title è anche quello di invogliare l’utente web a cliccarci sopra per visitare la pagina web o il post corrispondente.

Ecco i consigli che si possono dare per migliorare sensibilmente il CTR del titolo nelle SERP di Google.

  • Il titolo deve essere esplicito, concreto. Perché un titolo chiaro funziona molto meglio di un titolo vago. In questo senso, occorre evitare i titoli a effetto o quelli che sfruttano giochi di parole fini a se stessi.
  • Il titolo deve essere scritto da un essere umano per un essere umano.
  • Il titolo deve essere accattivante, deve attirare l’attenzione dell’utente di Google, deve fargli venir voglia di cliccare su di esso. Insomma: non solo SEO e posizionamento in Google, ma anche tanto marketing e copywriting persuasivo!
  • Il titolo deve riflettere il contenuto della pagina web. Vietato quindi parlare di una cosa nel titolo ma presentarne un’altra nella pagina d’arrivo!

 

Queste le considerazioni sul tag title e i consigli su come ottimizzarlo per ottenere un buon posizionamento in Google e un migliore CTR nelle SERP di questo motore di ricerca.

Tu che cosa ne pensi? Sei d’accordo con questi miei suggerimenti? Lascia un commento e condividi con noi le tue indicazioni per migliorare il CTR del titolo nelle SERP e il posizionamento in Google delle pagine web e dei post!

 

Vuoi vendere più prodotti e servizi?
Ti serve visibilità online.
>>> Contattami e parliamone! <<<

 


prima posizione su googleQuesto post tratta dell’importanza del tag title per un buon posizionamento in Google ed è stato scritto da Alessandro Scuratti, content specialist e business blogger.
Da più di 20 anni mi occupo di comunicazione per le aziende, come business writer e come content marketer. Dal 2011, gestisco questo mio blog personale, che raccoglie migliaia di visite al giorno. Sono autore del libro Scrivere per il web 2.0.
Vuoi contattarmi per saperne di più su come fare content marketing in modo efficace sul tuo blog aziendale? Vuoi scoprire come intercettare i bisogni del tuo target di consumatori e generare lead in target in modo continuativo? Contattami e ti dirò come fare acquisizione clienti!

Loading Facebook Comments ...

2 pensieri su “Posizionamento in Google: l’importanza del tag title

  1. Roberto

    Ciao Alessandro, ho appena scoperto il tuo Blog cercando informazioni sul SEO.

    Ho letto diversi articoli e lo trovo molto interessante.
    Purtroppo ci sono informazioni troppo generaliste ed incomplete riguardo al SEO su internet, ma soprattutto ci sono quasi sempre le stesse informazioni sui diversi Blog. Adesso mi pongo la domanda: ma dicono tutti la stessa cosa perchè preferiscono tenersi la parte più interessante per se stessi, o solo perchè hanno copiato i contenuti e poi, in fin dei conti, non sanno molto più di quello che scrivono?

    comunque ti faccio i complimenti per il Blog 😉

    Rispondi
    1. Alessandro Scuratti Autore articolo

      Ciao Roberto,

      Innanzitutto, grazie dei complimenti, sei gentile. 🙂

      La tua osservazione sulla SEO è pertinente. Anch’io, agli inizi, la pensavo come te. Mi dicevo: “Sul posizionamento in Google è tutto qui? Forse non dicono tutto?”.

      In realtà, io qui scrivo tutto ciò che so. Dove sta il trucco allora? Il trucco è che nel posizionamento in Google non c’è alcun trucco! In effetti, per avere un sito o un blog ben posizionato bisogna valutare alla fin fine tre cose:

      1) Quanto lavori al sito o blog (pubblichi contenuti di qualità tutti i giorni o una volta al mese?).

      2) Qual è il tuo settore (c’è molta competizione oppure no?).

      3) Qual è la tua esperienza SEO (hai trovato una ricetta SEO personale che nel tuo settore funziona?).

      Insomma: quantità del lavoro, difficoltà del settore ed esperienza SEO sul campo sono fondamentali per fare posizionamento in Google.

      La verità è questa. 🙂

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*