Le tabelle: come creare tabelle leggibili

le tabelleSia sul web che sulla carta, le tabelle devono possedere due requisiti fondamentali: devono avere la massima leggibilità e devono essere facilmente consultabili. Una tabella che sia al tempo stesso leggibile e consultabile con facilità è una tabella usabile.

Perché le tabelle siano usabili, il testo in esse deve esser scritto in un font adeguato. Inoltre, anche i bordi interni ed esterni delle tabelle e il loro orientamento non devono essere lasciati al caso.

In linea di massima, per aumentare l’usabilità delle tabelle, si possono seguire questi consigli:

  • L’orientamento verticale è più leggibile per le tabelle di quello orizzontale. Perciò, ogni volta che è possibile, è preferibile organizzare i dati in tabella affinché la consultazione avvenga dall’alto al basso.
  • Se siamo sulla carta, una tabella dovrebbe stare tutta su un’unica pagina. Se la tabella è troppa grande e, quindi, occorre spezzarla su due pagine, è molto meglio se le due pagine sono affiancate. Così, si evita al lettore di girare pagina in continuazione per raffrontare i dati nella tabella.
  • Le tabelle devono avere una grafica sobria. Perciò, meglio non esagerare con i colori per i bordi e per il testo. Inoltre, le linee che compongono la gabbia della tabella devono essere il meno elaborate possibile. Insomma: nelle tabelle, la grafica e i colori devono essere funzionali, e non usati a piacere.
  • Se nella tabella vanno inserite delle note, esse si mettono in fondo alla tabella. La raccomandazione in questi casi è quella di far capire in modo chiaro che si tratta di note, cioè di elementi ben distinti dai contenuti delle tabelle.
  • Il testo contenuto in ogni cella di una tabella deve essere ben spaziato, cioè deve avere una distanza adeguata dai bordi della cella. Se la distanza è adeguata e la situazione lo consente, si può addirittura valutare di eliminare i bordi superiori e inferiori delle celle.
  • La didascalia di ogni tabella dovrebbe iniziare con la dicitura Tabella n, dove la lettera n indica il numero della tabella.
  • Se si pubblica sul web e bisogna inserire una tabella molto lunga, cioè una tabella che si estende per più di una schermata, è utile valutare di ripetere a intervalli regolari i nomi delle colonne o delle righe della tabella. Questo per non far perdere la concentrazione e i punti di riferimento agli utenti web.

 

In sostanza, per creare tabelle usabili occorre usare un po’ di buonsenso. Questo vale sia per le tabelle su carta che per quelle inserite in un sito web o in un blog. Soprattutto sul web, questo invito al buonsenso si deve tradurre nella creazione di tabelle che abbiano un design pulito, semplice, chiaro.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*