Quanto e quando aggiorni i contenuti del tuo sito?

aggiornare contenuti sitoCreare un sito web non è sufficiente per cominciare d’incanto a vendere online. In effetti, la realizzazione del sito aziendale è solo il primo passo. Poi bisogna portare traffico web su quel sito. E non un traffico qualunque: bisogna intercettare i propri potenziali clienti. E non è finita qui. A quel punto, se sei riuscito a portare potenziali clienti sul tuo sito, devi convertirli in clienti paganti.

Per riuscire in tutto ciò, è fondamentale che nel tuo sito ci siano contenuti. Più precisamente: è necessario che ci siano contenuti di qualità (qualità percepita dal tuo pubblico). Già, perché i contenuti sono il vero motore di qualsiasi progetto online. Senza contenuti un sito o un e-commerce non avrebbero alcuna ragione d’esistere. E quindi non sarebbero in grado di aumentare le vendite del tuo business. Continua a leggere…

Content Marketing: 3 esempi che hanno funzionato alla grande [case study]

content marketing: 3 case studySpesso identifichiamo il content marketing con il solo content marketing fatto sul web. Come se non fosse possibile fare marketing dei contenuti attraverso altri canali. Eppure ci sono un’infinità di esempi che testimoniano che il marketing dei contenuti si può fare al di là del web. Tanto per dire, lo si può fare anche attraverso un video, un libro, una guida ecc.

In effetti, il content marketing non è una tattica nata con Internet. Ci sono esempi di marketing dei contenuti che hanno cento e più anni. Voglio dire che ci sono stati imprenditori o dirigenti così illuminati da sfruttare il marketing dei contenuti quando ancora… nessuno lo chiamava content marketing!  🙂 Continua a leggere…

La tua azienda ha un sistema di acquisizione clienti?

acquisizione clienti nuoviCome vendere di più? Come aumentare il fatturato? Come trovare nuovi clienti? Ecco alcune domande ricorrenti di imprenditori e direttori marketing. Sono interrogativi che i proprietari e i top manager si fanno indipendentemente dalle dimensioni della loro azienda, dal settore in cui opera e dalle condizioni del mercato. Che risposta dare a questi interrogativi?

Prima di continuare, ti faccio una domanda a bruciapelo: secondo te, perché esistono le aziende? Non vale rispondere che esistono per creare ottimi prodotti (o servizi), perché questo è scontato: chi mai comprerebbe prodotti pessimi? E non vale nemmeno rispondere che le aziende devono migliorare la vita delle persone, perché è un concetto troppo filosofico. A che servono allora le imprese? Continua a leggere…

Quali sono le metriche per valutare il successo dei tuoi contenuti?

contenuti qualitàCreare contenuti di qualità è il primo dovere di un’azienda che voglia una presenza online efficace. In effetti, che senso avrebbero un sito web, un e-commerce o un blog aziendale senza contenuti pertinenti e utili per il pubblico? Non avrebbero alcun senso. Perché progetti web senza contenuti di valore non attirano traffico web. E anche se lo attirassero, non avrebbero gli argomenti per convertirlo. In altre parole: i visitatori online non avrebbero molti motivi di contattare l’azienda. Continua a leggere…

“Idee forti” di Chip Heath e Dan Heath [RECENSIONE]

idee forti comunicazioneIdee forti (lo puoi trovare su Amazon) è un saggio che si propone di indagare quali sono le caratteristiche delle idee che hanno successo. Non è un libro che c’entra direttamente con il web writing, con la SEO o con gli argomenti di cui parlo qui nel blog. È però vero che qualsiasi progetto online nasce da un’idea. E il libro di Chip e Dan Heath può darci una mano a capire se un’idea di business può funzionare oppure no e, se funziona, ci indica come promuoverla in modo efficace.

A mio giudizio, la lettura di Idee forti è utile sia agli imprenditori che ai direttori marketing. Creare buoni prodotti e buoni servizi è fondamentale, ma bisogna anche presentarli al proprio pubblico. Il libro è utile anche ai community manager, che per definizione sono professionisti sempre alla ricerca di idee nuove per attirare l’attenzione del target a cui si rivolgono. I community manager potrebbero trovare in questo saggio una vera e propria fonte di ricette per sfornare idee che aumentano l’engagement delle nicchie a cui comunicano. Continua a leggere…