Content Marketing: 3 modi per guidare l’idea giusta verso il risultato

content strategyL’intuizione è il motore alla base di qualsiasi strategia di content marketing. Siamo tutti dell’opinione che altrettanto cruciale sia il ruolo di alcuni strumenti, che si rivelano indispensabili per supportare l’intuizione e tradurla in un risultato tangibile. Detto in altri termini, anche le idee più innovative hanno bisogno di mani esperte che le sappiano plasmare e indirizzare, per trasformarle in un risultato operativo concreto.

Qualità e visibilità hanno lo stesso peso sulla bilancia del web. Ben per questo, generare contenuti di qualità è una condizione necessaria ma non più sufficiente all’interno di una Rete che è sempre più competitiva.

L’intuizione di una strategia è un meccanismo che non è facilmente decodificabile. In effetti, ogni intuizione giunge spesso inaspettata, come una sorta di condensazione di pensieri sedimentati nel tempo. Ma qualora il content strategist dovesse aver bisogno di un aiuto dall’esterno, esistono alcuni strumenti che si prestano a essere una guida per l’ideazione di strategie dei contenuti.

Ecco per esempio tre strumenti che aiutano i content strategist a raccogliere informazioni, permettendogli di avere un quadro più chiaro e più completo delle forze in campo. A quel punto, trovare una direzione strategica risulterà più semplice.

 

GOOGLE KEYWORD PLANNER

Parti da un’idea per creare una fonte inesauribile di contenuti per il web.

Grazie a Google Keyword Planner, il tool gratuito di Google AdWords, potrai cercare parole chiave utili a dare visibilità ai contenuti web che generi. Ma non solo, potrai creare campagne pay per click, identificare e analizzare parole chiave e scoprire il possibile ROI di un elenco di keyword.

COME SI USA – Puoi scegliere di ricercare idee per parole chiave e per gruppi di annunci, inserire keyword nella casella di ricerca e fare una stima del loro rendimento oppure moltiplicare elenchi di parole chiave.

Potrai ottenere parecchie informazioni preziose con Google Keyword Planner. Conoscere gli aspetti quantitativi e le keyword correlate legate a una singola parola chiave ti permetterà di essere più preciso nell’ideazione dei testi che descrivono i tuoi prodotti o servizi.

Nella pagina iniziale del tool, puoi anche scegliere di moltiplicare liste di parole chiave e combinare le liste di keyword in modo automatico.

Attraverso la funzionalità Crea il tuo Piano, inoltre, potrai salvare temporaneamente una lista di keyword da poter usare in un momento successivo o per un altro contenuto web.

 

QUORA

A ogni domanda la sua risposta.

Quora è lo strumento perfetto per studiare gli interessi del tuo pubblico di riferimento e dare loro la risposta più in linea circa l’argomento che poi tratterai nel tuo contenuto.

COME SI USA – Crea un account, seleziona le categorie di interesse e poi le sottocategorie preferite.

Grazie a Quora, avrai la possibilità di esaminare a fondo come vengono trattati tantissimi argomenti, e come questi hanno un impatto sulla vita quotidiana degli utenti web. Avrai insomma accesso alla galassia di emozioni legate al desiderio di risolvere uno specifico problema. Tutti questi fattori saranno preziosi per sviluppare una lunga lista di idee che andranno a costituire la spina dorsale dei tuoi contenuti. Si riveleranno fondamentali anche per determinare il tono empatico da adottare per comunicare con efficacia al tuo target di riferimento.

 

GOOGLE TRENDS

La parola giusta al momento giusto

Non basta dare al tuo pubblico un contenuto adeguato, ma serve anche che quel contenuto sia plasmato affinché risulti avere un forte impatto agli occhi dei lettori. Come si può ottenere questo risultato?

Google Trends ti aiuta nella ricerca degli argomenti online di maggior interesse per la tua nicchia. Ti aiuta anche ad avere un’idea del flusso di utenti che ne parlano al momento.

Versatile ed efficace, lo strumento si presenta come un’ottima soluzione per tenersi aggiornati sulle tendenze più menzionate sul web.

COME SI USA – Cerca una keyword particolare, un termine o una categoria di interesse per il tuo target. Puoi selezionare anche un’area geografica di riferimento e monitorare che cosa è rilevante in uno dato lasso di tempo.

Google Trends ti restituirà per ogni keyword un grafico, che ti mostrerà come varia nel tempo l’interesse delle persone per la keyword in esame. Il tool ti darà anche un elenco con i termini di ricerca più popolari correlati alla keyword che stai analizzando.


content marketingVeronica Pistolato, laureata in Economia Aziendale e Marketing
all’università di Venezia, inizia grazie all’attività di digital PR presso
un’agenzia di comunicazione e grafica e si appassiona subito al mondo della scrittura web.
Dal 2013, è contributor e parte integrante della redazione di Gushmag Social Magazine, si occupa di generare contenuti trasversali per il web di diversa area tematica. Attualmente, occupa una posizione all’interno del team content di TSW a Treviso.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*