Come creare contenuti che sian condivisi dagli influencer?

influencerVuoi indirizzare molte più visite verso il tuo blog o il tuo sito web? Vuoi diventare più autorevole all’interno della tua nicchia? Per riuscire in questo, un potente aiuto ti viene dal coinvolgere gli influencer del tuo settore. Già, detta così è facile, ma come si fa a creare engagement nei confronti degli influencer del tuo campo?

Innanzitutto, cominciamo a dare una definizione di influencer, così capiamo bene di quali soggetti parliamo. Gli influencer sono persone che operano in uno specifico settore e che hanno saputo costruire intorno a sé una community ampia e fidelizzata. In altre parole, gli influencer sono persone che sul web – e in particolare sui social media – hanno dimostrato di essere così autorevoli da rappresentare un punto di riferimento di grande valore per tantissimi utenti di una deta nicchia. Chi segue un influencer si fida di lui e, in parte più o meno larga, modella il proprio giudizio in base a quello dell’influencer.

Bene, stabilito ciò, qual è la content strategy da mettere in atto per “ingaggiare” con successo gli influencer? Un’infografica di We Are Bumbl ci dà la risposta – clicca l’immagine in alto a destra per ingrandire l’infografica. Gli step da seguire sono solo tre, ma vanno assecondati con grande cura. Bisogna cioè fare davvero bene quelle poche cose, altrimenti non saremo premiati con il risultato sperato.

Una premessa. Che cosa si guadagna in soldoni se si riesce a coinvolgere gli influencer? Ne vale concretamente la pena? Beh, direi proprio di sì. Per esempio, un’indagine di BuzzSumo condotta su oltre 100 milioni di contenuti web ha evidenziato che, quando un influencer condivide un contenuto altrui, il contenuto in esame ottiene il 31,8% in più di condivisioni sui social. Se poi l’articolo o il post altrui sono condivisi da più di un influencer, gli effetti si amplificano, come testimonia la figura qui sotto:

influencer

Mica male, vero? Insomma: se un influencer condivide un tuo contenuto, ne trai un chiaro vantaggio in termini di personal branding. Se sei invece un’azienda, questo vantaggio si traduce in brand awareness, ma anche in più visite verso il sito web istituzionale o il corporate blog o l’e-commerce. È come se parte dell’autorevolezza dell’influencer si trasferisse a te, con tutti i vantaggi che puoi immaginare nella lead generation e nel trovare nuovi clienti. Non è un caso che esista un particolare tipo di marketing che ha preso il nome di influencer marketing.

Ecco dunque il metodo in tre step per coinvolgere gli influencer della tua nicchia, avendo così un forte beneficio in chiave di visibilità e di marketing.

 

  1. Trova i veri influencer della tua nicchia

    Cioè: non andare a intuito o per sentito dire. Scova quali sono le persone che hanno realmente un’influenza nel tuo settore, altrimenti starai solo perdendo tempo e sprecando energie.
    Come si trovano gli influencer, quelli veri? Per esempio con una ricerca approfondita su Google oppure utilizzando proprio BuzzSumo – clicca nel menu in alto dello strumento, sulla voce “Influencers”. Facendo una ricerca per le keyword del tuo settore, avrai un quadro preciso di chi sono le persone che realmente hanno un buon seguito di fan e follower, e che quindi sono i tuoi target in questa strategia.

  2. Crea un contenuto che sia di indubbia qualità

    Vale a dire: scrivi un contenuto che rappresenti un grande valore per il pubblico della tua nicchia. Nel contenuto, cita uno o più degli influencer che hai selezionato al punto precedente. Come fare a citarli? Ecco alcuni esempi: cita un post del loro blog che sia in tema con l’argomento che stai trattando. Oppure: cita un loro lavoro particolarmente riuscito che si colleghi con le cose che stai dicendo. O anche: cita una loro affermazione che dà sostegno alle tue idee ecc.
    Fa’ bene attenzione a questo: la citazione degli influencer dev’essere pertinente e funzionale alla tesi che sostieni nel post. In altre parole: sta’ ben attento a non citare l’influencer solo per piaggeria, ma fa’ in modo che la citazione sia ben contestualizzata e contribuisca ad apportare un reale valore al tuo contenuto.

  3. Avvisa gli influencer che parli di loro

    Quando il contenuto di qualità a cui hai lavorato è pronto, resta solo una cosa da fare: pubblicarlo, condividerlo sui tuoi profili social e… informare gli influencer citati che hai parlato di loro! Puoi fare questo in vari modi: attraverso un’e-mail, attraverso un messaggio su Facebook, attraverso una menzione su Twitter e così via.
    Se il contenuto che hai creato è di oggettivo valore per il pubblico della tua nicchia e se la citazione degli influencer è professionale e aggiunge ulteriore valore al contenuto, allora è facile che gli influencer vogliano condividere il tuo articolo o post sui loro canali social. Ed ecco che il cerchio si chiude: otterrai i benefici di personal branding o di brand awareness di cui parlavamo in precedenza.
    Ovviamente, nessuno obbliga nessuno a fare niente: può anche succedere che gli influencer non vogliano dare eco al tuo contenuto, anche se li menziona. Poco male, perché avrai comunque la personale certezza di aver creato qualcosa di valore per la tua nicchia. Magari la prossima volta andrà meglio, e riuscirai a ottenere l’attenzione di altri influencer.

 

Ecco, questi sono i tre step per creare contenuti che vengono condivisi dagli influencer della tua nicchia. Si tratta di un metodo semplice nella sua teoria, ma che richiede attenzione nella sua realizzazione pratica, perché ti costringe a pubblicare contenuti di grande valore e che siano costruiti in maniera altamente professionale.

Un altro modo per coinvolgere gli influencer è senz’altro quello di fargli una intervista. Hai per caso un blog? Molto bene: una volta che avrai selezionato le personalità più influenti della tua nicchia, intervistale una a una. Siamo tutti, chi più e chi meno, intrigati dal fatto di essere intervistati: sempre che l’influencer non sia una persona così importante da essere super impegnata, ti dirà di sì. E successivamente darà eco all’intervista, una volta che l’avrai pubblicata.

E tu, come ti comporti per avere maggior visibilità e autorevolezza all’interno della tua nicchia? Hai mai provato a coinvolgere uno o più influencer nella tua content strategy per godere dei benefici che ne seguono? Racconta la tua esperienza lasciando un commento qui sotto!

 

Alessandro ScurattiQuesto post su come scrivere contenuti che attirino l’attenzione degli influencer all’interno di uno specifico settore è stato scritto da Alessandro Scuratti, content specialist e blogger.
Da 19 anni mi occupo di comunicazione per le aziende, come business writer e come content marketer. Dal 2011, gestisco questo mio blog personale, che raccoglie migliaia di visite al giorno. Sono autore di “Scrivere per il web 2.0”.
Vuoi contattarmi per saperne di più su come creare contenuti di grande valore che coinvolgano gli influencer più autorevoli della tua nicchia? Puoi farlo da questa pagina!

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*