Archivi categoria: Web marketing

Social proof: cos’è? [Come usare la riprova sociale]

che cos'è la social proofChe cos’è la social proof e perché è importante anche per la tua azienda? Si tratta di un concetto che viene dalla psicologia cognitiva e che stabilisce questo: le persone tendono a giudicare validi i comportamenti che sono diffusi.

In altre parole: se una persona vede che un gruppo di suoi simili fa una determinata cosa, tenderà a ritenere che quel comportamento sia adeguato anche per lei. E quindi lo adotterà. Continua a leggere…

Rispondere alle richieste dei potenziali clienti: in quanto tempo?

richiamare clientiQuanto tempo ci mette la tua azienda a rispondere a una domanda di un potenziale cliente o di un cliente già acquisito? Intendo dire alle domande che ti fanno online, sulla fan page aziendale, su Twitter, su LinkedIn, in un commento sul blog aziendale o a una richiesta dal form di contatto del sito web. Insomma: quanto ci metti a rispondere?

In primo luogo, è bene rispondere a tutti i messaggi. Non si può mai dire a priori: le opportunità di trovare un nuovo cliente si nascondono anche dietro un messaggio che apparentemente sembra fuori target. In secondo luogo, occorre rispondere nel modo più preciso possibile alla domanda fatta, in modo da far percepire nei fatti che ci si è presi cura dell’esigenza, del problema, del dubbio ecc. Continua a leggere…

Quanto spende un Italiano in media per gli acquisti online?

e-commerce spesaIn media, quanto spende in un anno un Italiano per gli acquisti di prodotti sugli e-commerce? La risposta ce la dà un’indagine di Statista. Se la diamo per buona, la cifra che ognuno degli internauti del nostro Paese ha speso per lo shopping online durante il 2018 è di 407 dollari.

È tanto? È poco? Beh, in cima alla lista, ma non è una sorpresa, ci sono gli USA. Ogni utente web degli Stati Uniti ha speso, nel corso dell’anno corrente, quasi duemila dollari per fare acquisti di prodotti (quindi sono esclusi i servizi) in Rete. Per l’esattezza, ha comprato su Internet per 1952 dollari. Seguono i Britannici (1639 dollari a testa) e i Tedeschi (1101 dollari per internauta), che sono tallonati dai Francesi (1010 dollari per ciascuno). Continua a leggere…

Le aziende italiane fanno digital marketing? [RICERCA]

digital marketing indagineGli amici di Digital Coach hanno condotto anche quest’anno un’indagine (si chiama Best of Digital e la puoi consultare qui) su come le aziende italiane si approcciano al digital marketing. Sappiamo infatti che non tutte le imprese investono lo stesso budget per le attività di online marketing. È quindi istruttivo vedere come cambiano gli investimenti a seconda delle dimensioni del business.

Prima di iniziare a parlare dell’indagine e su quali aree del web marketing le aziende nostrane puntano di più, facciamo una distinzione fra aziende “Digital” e aziende “Tradizionali”. La distinzione ci servirà per meglio comprendere i dati dello studio. Continua a leggere…

5 casi in cui il digital non funziona

digital marketingIl digital marketing funziona. Chi lo fa con criterio riesce effettivamente a promuoversi in modo efficace, vendendo di più. Ma il digital marketing funziona sempre e comunque? In altri termini: qualsiasi azienda può promuoversi sul web e ottenere grandi riscontri? Sì e no.

Internet non è il rimedio a tutti i mali del business. Nessuno può fare miracoli, nemmeno sulla Rete. Ci sono infatti situazioni in cui il digitale non può fare molto. O addirittura non può nulla. Si tratta di casi in cui il prodotto (o il servizio) da promuovere ha dei problemi in partenza. Problemi che il digitale non può purtroppo mascherare. Continua a leggere…