Archivi categoria: Web marketing

Qual è il browser più usato sul web?

browser webTempo fa ho scritto un post su quale fosse il CMS più usato nel mondo. Ma ci sono molte altre curiosità che possono interessare a chi sul web ci lavora o anche semplicemente a chi naviga online per svago. In questo senso, W3 Counter è un sito che monitora alcune di queste statistiche, basandosi sui siti che hanno installato il tool (creato proprio da W3 Counter) per il monitoraggio delle visite ricevute (uno strumento che è alternativo a Google Analytics, per intenderci).

Se ci fidiamo a considerare la fetta di siti che hanno installato questo tool come rappresentativa di ciò che accade nel resto del web, allora possiamo notare alcune cose curiose. Continua a leggere…

Intervista a Valentina Vandilli, LinkedIn trainer ed esperta di strategie social

Valentina Vandilli LinkedIn TrainerLinkedIn è oramai una piattaforma usata in ogni angolo del nostro pianeta. In Italia conta circa 11 milioni di utenti. Oltre 550 sono quelli attivi a livello globale. Si tratta di numeri davvero straordinari, che fanno di LinkedIn il social network professionale numero uno al mondo.

Dal momento che LinkedIn rappresenta “il posto in cui stare per le aziende e per i professionisti, è bene imparare a usarlo in modo proficuo. Già, ma come si può imparare a sfruttare al massimo questa piattaforma? La risposta ci può venire per esempio dall’esperienza di Valentina Vandilli, esperta di strategie social e LinkedIn trainer. Continua a leggere…

Come fare acquisizione clienti online in 7 step

come fare acquisizione clienti onlineCome fare acquisizione clienti ai tempi di Internet? Ormai sono al tramonto i tempi d’oro dell’outbound marketing. Oggi per fare marketing e vendere di più è sempre più spesso necessario essere trovati dai clienti: online, naturalmente, attraverso un sito web aziendale, la presenza sui canali social o la pubblicazione di contenuti informativi, cioè facendo content marketing.

Ma per raggiungere l’obiettivo di acquisire clienti sul web è necessario munirsi di costanza, pazienza e soprattutto studiare un sistema di generazione contatti commerciali per riuscire a suscitare interesse nel proprio target. Ecco i passaggi da seguire per convertire un semplice utente in un potenziale cliente per la tua azienda (la fonte è The Center for Sales Strategy, clicca sull’infografica sopra a destra per ingrandirla). Continua a leggere…

Il sito non basta: ti servono anche il traffico e le conversioni

traffico conversioniQual è uno degli equivoci più diffusi in cui cade chi porta online la propria azienda? È il credere che, una volta realizzato il sito web aziendale o magari anche l’e-commerce, il business inizierà a macinare vendite anche online. Purtroppo, le cose sono più complesse di così.

Da un lato, è vero: al giorno d’oggi, portare la propria azienda sul web è redditizio. I benefici sono troppo grandi, soprattutto se i concorrenti sono rimasti indietro con il digital. Dall’altro lato, però, il web non è la bacchetta magica. Non farai più vendite solo per il fatto di aver creato il sito web aziendale o l’e-commerce. Insomma: tutte le cose, per funzionare, devono essere fatte nella maniera giusta. Perché il solo farle non garantisce alcun risultato. Continua a leggere…

TUTTO ESAURITO di Daniel Priestley [RECENSIONE]

tutto esaurito marketingTutto esaurito (lo puoi trovare su Amazon.it) è un libro di business senz’altro interessante. Come mai? La ragione per cui mi sbilancio è che il suo autore ribalta un concetto parecchio diffuso nel mondo delle aziende. Il concetto che il libro sovverte è questo: un’attività che voglia prosperare deve trovare sempre nuovi clienti.

Secondo Daniel Priestley, le cose stanno esattamente al contrario. Avere l’obiettivo di inseguire costantemente nuove vendite è faticoso e dispendioso. E non garantisce nemmeno di raggiungere i propri traguardi di fatturato. Allora, è decisamente meglio concentrarsi su una fetta di mercato più ristretta, cioè su un ridotto numero di clienti. (Questo numero può variare da una decina fino a qualche decina di migliaia, dipende se siamo un libero professionista o abbiamo un’azienda). Chi si dedica a una fetta di clienti selezionati, facendo apertamente capire che non riesce a soddisfare tutti gli altri, può guadagnare di più rispetto a chi è alla spasmodica ricerca di sempre nuovi clienti. Continua a leggere…