Archivi categoria: Web marketing

Sito web progettato senza strategia? Ecco i 4 rischi che corri

errori sito web blogDato che oggi ci sono circa 4,4 miliardi di utenti attivi su Internet, investire nel proprio sito web è diventato un obbligo per tutte le aziende. Non sorprende perciò che tante imprese spendano per migliorare il sito web istituzionale e per popolarlo di contenuti di qualità (facendo così content marketing). Lo scopo è quello di intercettare i bisogni dei loro clienti e dargli soluzioni concrete.

Tuttavia, si dovrebbe sapere che avere un sito “bello” non è più sufficiente per arrivare a distinguersi dalla concorrenza. In effetti, i responsabili aziendali sono sempre più consapevoli dell’importanza che, sul web, occorre puntare non tanto alla “bellezza” quanto all’utilità. Dopo tutto, un sito dovrebbe essere considerato in primo luogo come uno strumento che consente di raggiungere i propri obiettivi di business. D’altro canto, questo è il motivo per cui un buon sito dovrebbe essere sviluppato solo dopo aver pensato a una strategia precisa. Continua a leggere…

Più contenuti sul sito? Più conversioni dai potenziali clienti

aumentare conversioni sitoSi sa: la parte più importante di un qualsiasi progetto online è data dai contenuti. Per meglio dire: la parte più importante è costituita dalla creazione di contenuti di qualità.

Si sa anche che, oltre alla qualità, è fondamentale pure la quantità dei contenuti. Quest’ultima conta doppiamente. In primo luogo, perché creare contenuti di valore ti permette di fare content marketing. In secondo luogo, perché la qualità dei contenuti ha importanza in ottica SEO. In effetti, se il tuo sito web ha tanti contenuti, avrà più possibilità di essere posizionato sui motori di ricerca per tutta una serie di keyword, anche di coda lunga. La tua visibilità online sarà perciò maggiore rispetto a chi ha prodotto meno contenuti di te. Contenuti di qualità…

Call to action: cosa sono? 11 consigli su come scrivere CTA efficaci

call to actionChe cosa sono le call to action? Se mi passate l’analogia, le CTA (chiamate anche inviti all’azione) stanno al web marketing come il centravanti sta a una squadra di calcio. In effetti, così come lo scopo del centravanti è finalizzare il gioco costruito dai compagni, le call to action devono convertire il lavoro di content marketing fatto dai contenuti di qualità, trasformando l’utente del sito aziendale – o di un e-commerce o di un blog aziendale o di una campagna di email marketing o di una landing page – in un cliente pagante.

Ogni singola CTA è in buona sostanza il punto finale del lavoro di redazione del contenuto, l’ultimo passo prima di convertire l’utente web in un cliente pagante. È perciò del tutto comprensibile che le CTA (sia grafiche che testuali) siano fondamentali nel digital marketing di oggi. Continua a leggere…

Che cosa sono le digital PR?

che cosa sono le digital pr?Che cosa sono le digital PR? Per rispondere a questa domanda, faccio una considerazione preliminare. Le imprese, sia quelle che vendono prodotti che quelle che vendono servizi, si stanno spostando sempre più online, seguendo i professionisti che curano la comunicazione e l’immagine delle aziende. Ma c’è di più. Anche i consumatori si sono ormai spostati in massa sulla Rete, creando una nuova modalità di interazione con i brand.

Come sai, il web ha dinamiche e strumenti che hanno una grammatica propria. La comunicazione stessa ha dovuto evolversi, adeguandosi al mezzo. È così che, dall’unione tra le “vecchie” pubbliche relazioni e Internet, sono nate le digital PR. La tua azienda o il tuo business devono tenerne conto, se vogliono fare marketing online in modo realmente efficace. Continua a leggere…

Vendere su Amazon [RECENSIONE]

vendere su amazonChe cosa possiamo dire di un libro come Vendere su Amazon (lo puoi trovare proprio su Amazon) di Eleonora Calvi Parisetti? Innanzitutto, si tratta del primo manuale pubblicato nel nostro Paese che affronta l’argomento in modo sistematico. E questo è già un merito, anche in considerazione del fatto che l’autrice è giovanissima.

In secondo luogo, possiamo affermare che la guida è fatta bene. Quindi, se la tua azienda sta valutando di andare su Amazon a vendere, perché si è accorta che quello potrebbe essere un canale interessante da sfruttare, ti suggerisco di leggere il testo di cui sto scrivendo. In effetti, troverai nelle sua centocinquanta pagine tutte le informazioni di base che devi sapere per fare una scelta consapevole. E, nel caso tu decida effettivamente di portare i tuoi prodotti sul marketplace di Jaff Bezos, la guida ti indicherà come fare. Continua a leggere…