5 consigli per ottenere il massimo dal tuo blog nel 2016

consigli per i bloggerCi siamo: eccoci al due gennaio 2016, l’anno nuovo è iniziato! Auguri a tutti voi, e in particolare ai blogger: il mio post di oggi è dedicato proprio a loro. Sono infatti parecchi i blogger che seguono Comunicare sul Web, e oggi mi rivolgo innanzitutto a questa nicchia di miei lettori.

Come potrete ottenere il massimo dal vostro blog nel corso del 2016? Certamente non dovrete lasciare spazio all’improvvisazione. In effetti, i risultati si ottengono solo attraverso un’attenta pianificazione delle proprie azioni. Ricordiamoci quel che diceva Seneca: nessun vento è favorevole al marinaio che non sa dove andare. Ed è così anche nel blogging: senza una direzione precisa, un blog è destinato al naufragio. Non ci sono tattiche né tecniche che possano salvarlo.

Sulla scorta della mia esperienza di business blogger e guardano a quanto è successo nel 2015 nel web marketing e nella SEO, ho scritto una lista di azioni che i blogger dovrebbero considerare nel loro lavoro. Insomma: sono alcune delle cose che farò io stesso su questo mio blog e sui corporate blog che gestisco per conto dei miei clienti. Credo che siano le azioni più importanti che si possano fare per massimizzare gli effetti del proprio blogging.

Che tu sia uno studente universitario che vuole fare personal branding o un imprenditore che vuole vendere di più attraverso la Rete, considera attentamente le cinque osservazioni che ora ti elenco. A mio giudizio, sono fondamentali perché il tuo blog centri tutti gli obiettivi che si è posto per il 2016. Ecco dunque quella che è a tutti gli effetti la mia ricetta:

 

1. Sii strategico

Riprendo in parte quanto già detto nelle righe precedenti: senza una direzione chiara, non andrai da nessuna parte. Le tattiche e le tecniche di blogging da sole non bastano, perché sono sempre funzionali alla strategia e mai autosufficienti. Prima ho citato Seneca, ora cito Sun Tzu: “La strategia senza la tattica è la via più lenta alla vittoria. La tattica senza la strategia è il rumore che precede la sconfitta”. Capito l’antifona?  😀  Essere strategici è davvero fondamentale. Puoi raggiungere i tuoi obiettivi di blogging solo se essi sono chiari, solo se sono stati messi nero su bianco, solo se sono traguardi che guidano saldamente la rotta del tuo blog nel mare della blogsfera.

 

2. Crea valore per il tuo pubblico

Qualunque sia lo scopo del tuo blog (intercettare i tuoi potenziali clienti, fare personal branding, mostrare la tua competenza in una particolare nicchia ecc.), hai il dovere di creare contenuti di qualità. Cioè: hai il dovere di pubblicare contenuti che siano realmente pertinenti, interessanti e utili per il pubblico a cui ti rivolgi.
Il web è sempre più affollato di siti. Oggi come oggi, praticamente chiunque può aprire un blog e iniziare a scrivere. Per distinguerti dal grigio rumore di fondo della blogsfera, il modo giusto è quello di creare contenuti di valore per il tuo target. Il che, in altre parole, significa che devi fare content marketing come si deve.
Farai fatica, perché è impegnativo, ma questo sforzo ti verrà ripagato lautamente. D’altronde, non si arriva a essere considerati autorevoli in un settore per caso.

 

3. Scrivi per le persone e non per i motori di ricerca

No, non sto grossolanamente affermando che la SEO è morta.  🙂  La SEO continua a vivere, anzi: gode di ottima salute.  🙂  Quello che voglio dire è questo: mai come oggi Google premia chi crea contenuti di valore, cioè chi si mette nei panni dei propri lettori e dà soluzioni ai loro problemi. Questo risultato passa anche da una scrittura che sia il più possibile naturale, vale a dire che rinunci al tentativo di strizzare l’occhio agli spider dei motori di ricerca.
In sostanza: basta scrivere in maniera robotica, costantemente al limite del keyword stuffing! Crea contenuti ritagliati sulle esigenze dei lettori, cioè degli umani.  🙂  Chi scrive per le persone piace anche a Google. Non è vero il contrario, con l’aggravante che chi scrive per Google finisce per non piacere nemmeno a… Google stesso!

 

4. Scegli la tua “voce”

Che cosa significa? Ti ho detto che la Rete è sempre più zeppa di contenuti. Per dirla in altri termini: ogni giorno, spuntano nuovi competitor online, anche nella tua nicchia. Come fare a ritagliarsi uno spazio in tutta quest’orgia di informazioni? In parte te l’ho già suggerito: nel tuo blog devi creare post di grande qualità.
Ma puoi fare anche di più. Puoi creare uno stile di comunicazione inconfondibile, che ti caratterizzi, che sia il tuo marchio di fabbrica. Ecco, questa è la “voce” che devi cercare e che ti deve distinguere dalla massa degli altri blogger che scrivono nella tua stessa nicchia!
Senza un marchio di fabbrica stilistico, parli come tutti gli altri. Magari dici cose utili e interessanti, ma non hai un’anima. E questo ti può penalizzare, perché esisteranno sicuramente blogger meno bravi di te che però sanno come catturare l’attenzione del tuo pubblico con una comunicazione che li differenzia e che li fa emergere sugli altri autori (te compreso!).
Ti faccio un esempio. Comunicare sul Web è un blog che ha un suo marchio stilistico: nei miei post parlo in maniera chiara, semplice e diretta. Zero fronzoli, zero ricami, zero artifici letterari a effetto. Solo i concetti, nudi e crudi. Questo stile mi caratterizza, anche perché è coerente con la mia persona: io ragiono e parlo proprio in tale maniera.
Ecco, se non l’hai ancora fatto, nel 2016 va’ a caccia del tuo stile personale. Da’ una “voce” al tuo blog!

 

5. Ricorda che nel blog vendi te stesso!

Una volta si chiamava self marketing, oggi personal branding. Ma la sostanza è sempre la stessa: oggi è più che mai indispensabile imparare a vendere se stessi, le proprie competenze, le proprie differenze. E il blog si rivela uno strumento ideale per aiutarti in questo.
Perciò, ogni volta che scrivi un post, tieni presente che stai dando alla tua nicchia informazioni precise su di te e sul tuo valore. E se il blog è un blog aziendale, stai dando informazioni  sulla serietà, sull’autorevolezza, sull’affidabilità della tua azienda. In sostanza, che si tratti di persone o di imprese, poco cambia: il blogging è un arnese per fare marketing che va sfruttato in maniera corretta! Non lasciare le cose al caso: sii padrone della tua comunicazione, fa’ percepire l’immagine che vuoi della tua persona, del tuo valore, dei problemi che sai risolvere al pubblico che costituisce il tuo target!

 

Ecco, questi sono i cinque consigli che mi sento di darti per ottenere il massimo risultato dal tuo blog nel 2016. Come vedi, non sono indicazioni semplici. D’altro canto, il blogging stesso è roba per persone motivate, seriamente determinate a raggiungere i propri obiettivi, personali o di business. Quindi, in chiusura, che l’anno nuovo ti porti o ti continui a dare la perseveranza, altra qualità fondamentale che, nel tempo, trasforma un blogger come tanti in un autore di successo all’interno del proprio settore!

 


blog consigliQuesto post sui 15 consigli per ottenere il massimo dal tuo blogging nel 2016 è stato scritto da Alessandro Scuratti, content specialist e blogger.
Da 19 anni mi occupo di comunicazione per le aziende, come business writer e come content marketer. Dal 2011, gestisco questo mio blog personale, che raccoglie migliaia di visite al giorno. Sono autore di “Scrivere per il web 2.0”.
Vuoi contattarmi per saperne di più su come fare content marketing in maniera corretta, intercettando i bisogni del tuo target di consumatori e trovare così nuovi clienti? Puoi farlo da questa pagina!

2 pensieri su “5 consigli per ottenere il massimo dal tuo blog nel 2016

  1. marzia

    saranno i miei buoni propositi per il 2016! avevo davvero bisogno di una dose di ‘caffeina’ digitale per riprendere in mano il mio blog con un po’ più di convinzione. grazie!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*