5 segnali che i tuoi post sono troppo focalizzati sul vendere

blog postQual è il compito di un post di un blog aziendale? Intercettare uno specifico target – quello dei potenziali clienti della tua azienda – e fornirgli una soluzione precisa a uno specifico problema. Per dirla in altri termini: i tuoi potenziali clienti hanno una serie di problemi che la tua azienda può risolvere. I post del tuo blog aziendale devono dare risposte a quei problemi, indicando delle soluzioni concrete.

Ma quindi un post non ha l’obiettivo di vendere? Non direttamente. Un post deve innanzitutto dare del valore ai lettori, facendogli capire che sei un esperto dell’argomento che tratti. Una volta che hai trasferito del valore ai tuoi potenziali clienti, allora puoi dirgli che – proprio in virtù della tua competenza nel settore – tu stesso sei in grado di risolvere lo specifico problema di cui hai parlato nel post. Questo si fa tipicamente alla fine del post, attraverso una call to action. (È per esempio quello che ho fatto io in questo mio articolo).

Lo ripeto, perché è fondamentale: in un corporate blog non si fa pubblicità sfacciata ai propri prodotti e servizi. L’ottica è addirittura quella contraria: si presenta una soluzione – o più soluzioni – al problema del proprio pubblico. Poi, a fine post, si raccoglie l’autorevolezza acquisita, rammentando al lettore che, se vuole risolvere il problema, la tua azienda è lì pronta ad aiutarlo.

Come avrai ben compreso, questa è l’essenza del content marketing. Eppure sono parecchie le aziende che hanno inteso i business blog come dei luoghi dove fare pubblicità d’immagine. Vale a dire luoghi dove spammare le proprie virtù – reali o presunte che siano – e quelle dei propri prodotti o servizi.

Ma usare il blog aziendale come una vetrina pubblicitaria è un grave errore. Perché i potenziali clienti non sono stupidi. Sanno distinguere tra chi fornisce valore e chi, invece, vuole semplicemente fare spam. E non premieranno di certo chi si affanna a vendere in maniera forzata, senza dimostrare un grammo di autorevolezza.

Esiste allora un modo per capire se i post del tuo blog aziendale sono scritti con un intento troppo commerciale? Esiste cioè un modo per capire se nel tuo blog sei troppo aggressivo nella vendita? Sì, esiste. Ho individuato cinque fattori che ti aiutano a capire se un tuo post è troppo orientato alla promozione del tuo business. Te li elenco qui di seguito.

 

  1. Hai scritto in pratica una pubblicità e non un post di un blog

    È un errore classico. Non hai saputo trattenerti: hai scritto un vero e proprio spot promozionale per un tuo prodotto o per un tuo servizio. Peccato che, come abbiamo visto in precedenza, il content marketing non funzioni così. Riscrivi subito il tuo post. Parti con l’idea di risolvere un problema specifico della tua nicchia. Solo successivamente, alla fine del post, di’ apertamente che esiste un tuo prodotto o un tuo servizio che aiuta il lettore a risolvere il problema che hai trattato. Prima di promuoverti devi sempre dimostrare autorevolezza, esperienza, affidabilità. Prima da’ valore, solo dopo pensa a come monetizzare il favore guadagnato dai potenziali clienti.

  2. Il tuo titolo fa una promessa esagerata

    Il titolo del tuo post fa una promessa davvero che non sta né in cielo né in terra? Hai sul serio promesso mari e monti? L’hai sparata grossa come un imbonitore televisivo? Questo è un forte indizio del fatto che tu voglia vendere forzatamente. È un forte indizio del fatto che, nel post, tu ti sia preoccupato solo di vendere e non di essere utile ai potenziali clienti. Sii più cauto con i titoli dei tuoi post. E, se proprio vuoi qualche indicazione su come scrivere titoli accattivanti per i tuoi contenuti, prova a leggere questo mio vecchio articolo.

  3. Non hai la volontà genuina di ascoltare la tua nicchia

    Chi ha come primo obiettivo la promozione dei prodotti o dei servizi aziendali non ha una reale volontà di creare valore per i potenziali clienti. Di conseguenza, non ha una reale volontà di ascoltare il proprio pubblico. E nel tuo post ciò emerge con chiarezza.

  4. Pensi più a convertire che a dare valore

    In questo caso, hai elaborato con grande zelo la parte finale del post, quella che tira la volata alla tua call to action. In altre parole: il post è una vera e propria scusa per arrivare a un invito all’azione. Insomma: è fin troppo chiara la tua intenzione di convertire. Questo è però un atteggiamento poco genuino, che spesso penalizza la parte di contenuto che deve fornire valore ai lettori. Eppure quella è la parte più importante del post.

  5. Pensi di essere l’unico a offrire una soluzione efficace

    Succede talvolta di scrivere con una certa saccenza, credendo di essere gli unici depositari della scienza. Non è ovviamente così, e un atteggiamento più umile non può che giovare. Avrai anche tu dei concorrenti, e non saranno tutti degli scappati di casa. In effetti, tra i tuoi competitor ci saranno senz’altro delle aziende valide, capaci di generare valore come la tua. Non è dunque il caso di fare il professore. È giusto che tu dimostri sicurezza e padronanza della materia, ma non assumere un atteggiamento da unico depositario della verità. La distanza tra il mostrarsi esperti in un campo e il mostrarsi antipatici è spesso più breve di quanto non si creda.

 

Ecco, questi erano i miei cinque indizi che possono rivelarti se un tuo post è troppo spinto a livello commerciale. Ricorda sempre che il content marketing non consiste nel vendere a forza qualcosa a qualcuno. Il content marketing è in primo luogo il risolvere un problema ai tuoi potenziali clienti. Solo dopo ti è concesso di raccogliere i frutti dell’autorevolezza acquisita. In estrema sintesi: prima dai – e con grande generosità – e solo dopo pensi a raccogliere.

 

Vuoi vendere più prodotti e servizi?
Usa il blog aziendale come si deve.
>>> CONTATTAMI E PARLIAMONE! <<<

 


come scrivere un post del blog aziendaleQuesto post su come scrivere contenuti sul tuo blog aziendale che non sembrino dei tentativi di vendita forzata è stato scritto da Alessandro Scuratti, content specialist e business blogger.
Da più di 20 anni mi occupo di comunicazione per le aziende, come business writer e come content marketer. Dal 2011, gestisco questo mio blog personale, che raccoglie migliaia di visite al giorno. Sono autore del libro Scrivere per il web 2.0.
Vuoi contattarmi per saperne di più su come fare content marketing in modo efficace sul tuo blog aziendale? Vuoi scoprire come intercettare i bisogni del tuo target di consumatori e generare lead caldi e in target in modo continuativo? Contattami e ti dirò come fare acquisizione clienti!

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*