10 consigli per tener duro quando il blog non decolla

blog bloggerHai un blog che non decolla? Per quanto tu t’impegni non riesci a farlo emergere dall’anonimato? Lo visitano praticamente solo i pochi intimi a cui ne hai parlato?

Ti capisco bene, perché anch’io mi sono trovato in questa tua stessa situazione. Il mio primo mese di lavoro su questo blog ha fatto registrare solo qualche visita giornaliera, e neanche tutti i giorni. E nei successivi tre-quattro mesi, la faccenda non è migliorata granché.

Che fare dunque per rimanere motivati quando le cose non vanno come vorremmo? Che fare quando il nostro blog sembra destinato al fallimento? Lasciarsi andare allo sconforto non è di certo una soluzione accettabile. E non lo è nemmeno lamentarsi. Come in tutti gli ambiti della vita, e quindi anche nel blogging, è l’azione a produrre risultati.

Se sei demotivato, hai bisogno di ritrovare in fretta una certa fiducia. Ho pensato di aiutarti scrivendo un elenco di pensieri che hanno lo scopo di farti tener duro. Perché, come vedrai tu stesso leggendo la lista qui sotto, centrare i propri obiettivi di blogging è una questione di perseveranza.

Ecco allora i miei suggerimenti ai blogger che si sentono sfiduciati. E valgono per tutti i blogger, cioè sia per quelli che hanno messo online un progetto per fare personal branding che per quelli che gestiscono un corporate blog.

 

  1. Il successo nel blogging non è mai immediato

    Occorre aver fiducia: anche se le tue visite crescono pochissimo o addirittura sono stazionarie, se lavori bene e duramente, arriverà il giorno in cui sarai ripagato. Non è subito, perché il blogging ha bisogno di tempo, quindi devi scommettere con forza nel tuo lavoro di blogger.

  2. Il successo nel blogging non è lineare

    Potresti pensare che investire tot energie nel tuo blog significhi ricevere un risultato proporzionale. Non è proprio così, soprattutto agli inizi. Perché qualsiasi blogger fa degli errori, dovuti all’inesperienza. Ma dagli errori si può imparare, rimettendosi prontamente in carreggiata. Raggiungere i propri obiettivi di blogger non è mai un percorso lineare, te ne accorgerai anche tu. Ma non farti scoraggiare dagli eventuali incidenti di cammino, anzi: pensali come utili insegnamenti e riparti più forte.

  3. Non si può partire con l’idea di fare i soldi

    Guadagnare online è possibile, anche con un blog. Ma è molto difficile, soprattutto in Italia. Perciò, non partire con la cieca fiducia che il blog ti farà diventare ricchissimo. Sii realista: chi monetizza la propria presenza online ha una strategia più ampia, di cui il blog è solo una parte. Per esempio, questo mio blog riceve migliaia di visite al giorno, ma è semplicemente lo strumento di marketing che mi aiuta a fare personal branding e a vendere i miei servizi di consulenza. Il blog in sé non servirebbe a granché, ma inserito in una strategia…

  4. Da’ retta solo ai consigli dei blogger che ottengono risultati

    Il web è pieno zeppo di blog, che affrontano qualsiasi argomento. Se ne vuoi aprire uno anche tu, studia innanzitutto i blogger di successo nel tuo settore. E applica i consigli dei blogger che riescono a ottenere risultati tangibili. Ignora tutto il resto, perché è solo rumore di fondo che ti distrarrà dal diventare un autore seguito.

  5. Impara dai tuoi errori

    Tutti i blogger sbagliano, l’abbiamo già detto. La cosa intelligente da fare non è disperarsi quando ciò succede, ma comprendere l’errore fatto, analizzarlo nei dettagli e poi fare attenzione a non ripeterlo più.

  6. Datti degli obiettivi di blogging alti

    A mio giudizio, se crei un blog, il tuo obiettivo dovrebbe sempre essere quello di creare un progetto che entrerà nella top ten dei blog del tuo settore. No, questo non è peccare d’umiltà. Questo è fare le cose con un senso. In effetti, perché dovresti aprire un blog per essere il numero 754.329 della tua nicchia? Non sarebbe più profittevole riversare le energie in altro, piuttosto che impegnarle in qualcosa di così inutile?  🙂
    Mira sempre all’eccellenza, anche se gli altri blogger della tua nicchia sono mediocri. In altre parole, non accontentarti di fare un po’ meglio di loro: punta in alto!
    Tra l’altro, darsi obiettivi elevati è un’operazione magica: chi parte convinto dei propri mezzi e dà tutto se stesso in un grande sogno… spesso riesce a realizzarlo!

  7. Esci dalla tua zona di comfort: impara a fare anche le cose difficili

    Il blogging, soprattutto agli inizi, richiede che ti misuri con tutta una serie di discipline (la SEO, il web writing, la web usability ecc.) che probabilmente ti erano totalmente estranee. Non farti spaventare: sono cose che si imparano, basta averne la voglia e un po’ di tempo a disposizione. Immaginalo come un vero e proprio percorso di crescita, anche tecnica. Ogni cosa che impari richiede un po’ di rodaggio, ma il risultato finale ne varrà la pena.

  8. Fissa delle tappe intermedie tra oggi e l’obiettivo finale

    Per esempio, potresti avere la tentazione di fissare come tuo obiettivo finale quello di portare sul tuo blog 5.000 persone al giorno. Peccato però che ogni blog parta da 0 visitatori. Fissare l’obiettivo è fondamentale, perché altrimenti ti muoveresti a caso, ma rapportarti continuamente a un obiettivo molto ambizioso potrebbe essere controproducente, soprattutto agli inizi. Perciò, fissa degli step intermedi. Pensa per esempio ad arrivare ai tuoi primi 100 visitatori giornalieri. Poi ai primi 500. Poi ai primi 1.000, e così via. Suddividi l’obiettivo in step progressivi, dandoti anche delle tempistiche per raggiungerli. In questo modo, il grande obiettivo che hai scelto ti farà meno paura.
    E ogni volta che raggiungi un obiettivo intermedio, festeggia!  😀

  9. Ascolta le critiche, ma ignora le polemiche

    Bloggare significa metterci la faccia, e ogni tanto capita che qualcuno (in un commento a un post o sui differenti social) sia preso dalla tentazione di tirarci una torta.
    Regolati così: se a criticare è una persona che ti conosce bene e che ha competenza in materia, ascoltala. Se a criticare è invece uno sconosciuto, per di più autorevole come un calzino bucato, non perdere tempo nemmeno a rispondergli.
    Pesa sempre le critiche che ti vengono rivolte: un blogger che ha preso seriamente il proprio progetto online non ha tempo da perdere in polemiche sterili. Tira avanti dritto, pensa solo a scrivere il tuo prossimo post!  🙂

  10. Non pensare farti scoraggiare dai cambiamenti

    Il web è un luogo in continua trasformazione. Cambiano gli algoritmi dei motori di ricerca, i social network si rinnovano, il web marketing si arricchisce di nuovi strumenti ecc. In pratica: l’unica costante della Rete è il cambiamento.  🙂  Puoi vederla anche da un altro punto di vista: ci sono così tante cose da imparare e parametri di cui tener conto che nessuno può dire di conoscere il web come le sue tasche. Pertanto, non scoraggiarti: avere a che fare con questa complessità è qualcosa di quotidiano. Rimboccati le maniche, studia, impara, testa, correggi, arriva al risultato!  🙂

 

Ecco, questi sono i miei dieci suggerimenti ai blogger che stanno perdendo fiducia e slancio nel loro progetto online. E tu, come la vedi? Sei anche tu un blogger? Che consigli daresti a chi fa fatica a portare avanti il proprio blog?

 


bloggerQuesto post riguardante i 10 consigli per tener duro quando il blog non decolla è stato scritto da Alessandro Scuratti, content specialist e blogger.
Da 19 anni mi occupo di comunicazione per le aziende, come business writer e come content marketer. Dal 2011, gestisco questo mio business blog, che raccoglie migliaia di visite al giorno. Sono autore di “Scrivere per il web 2.0”.
Vuoi contattarmi per saperne di più su come fare content marketing su un blog aziendale? Vuoi discutere con me su come riuscire a intercettare i bisogni del tuo target di consumatori e trovare così nuovi clienti? Puoi farlo da questa pagina!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*