La SEO continua ad aiutare i business anche nel 2017

seoMi sono accorto che da un po’ di tempo non postavo più un articolo sulla SEO. Eppure, a dispetto di quanti continuano a dichiarare che è morta, la search engine optimization gode ancora di ottima salute. Di più: continua a essere una disciplina fondamentale per qualsiasi progetto online. Insomma: se hai un sito web, un business blog o un e-commerce, è davvero controproducente che tu non faccia SEO. Perché rischi di non intercettare il traffico costituito dai tuoi potenziali clienti.

La SEO non è un qualcosa di superfluo. Non è la ciliegina sulla torta. Al contrario, è uno dei pilastri che tengono su un qualsiasi sito web. In effetti, la SEO è quel particolare tipo di ottimizzazione tecnica che ti dà visibilità su Google e sugli altri motori di ricerca. Ti permette quindi di farti trovare dai potenziali clienti. Il che significa che fare SEO è un ottimo modo per fare lead generation. Continua a leggere…

Tutto quello che vuoi tu, D. Sivers [RECENSIONE]

business imprenditoreHo acquistato Tutto quello che vuoi tu (lo puoi trovare su Amazon.it) con un po’ di scetticismo. Il motivo della mia perplessità? Trovavo – e continuo a pensarla così anche dopo la lettura – orripilante il titolo del libro. Perché sa di banale slogan motivazionale, della serie: se vuoi, puoi. Nonostante ciò, ho deciso di comprarlo ugualmente, poiché è un testo che tratta di imprenditoria, un argomento a cui sono molto interessato.

Devo dire che non ho buttato i miei soldi. Anzi, tutt’altro. Al di là del titolo che mi resta indigeribile, il libro di Derek Sivers è parecchio interessante. Ma andiamo per gradi. Innanzitutto, di che cosa si parla nelle pagine del volume? Tutto quello che vuoi tu è il case study di un’impresa di successo, CD Baby, un negozio online per la vendita di dischi incisi da musicisti indipendenti. Cd Baby è stata creata proprio da Sivers nel 1997, che poi l’ha venduta dieci anni dopo, per oltre 22 milioni di dollari. Continua a leggere…

Parole straniere: come si usano nell’italiano scritto?

parole straniereCome scrivere le parole straniere nella lingua italiana? Spesso ho anch’io dei dubbi, dal momento che lavoro nell’ambito delle professioni del web e il gergo anglofono invade la mia quotidianità lavorativa. Vediamo allora quali sono le regole principali per adoperare i termini stranieri nei nostri scritti.

Per convenzione, quando in un testo ci sono espressioni o parole straniere, esse vanno scritte in corsivo. O meglio: vanno messe in corsivo tutte le parole di altre lingue che non sono ancora entrate nell’uso italiano. Per capire quali siano basta consultare un buon dizionario della lingua italiana. Al contrario, le parole straniere oramai assimilate all’italiano si lasciano in tondo, cioè nel carattere normale. In entrambi i casi, il termine va scritto secondo la grafia originale: per esempio, i termini francesi mantengono gli accenti, mentre quelli tedeschi conservano l’iniziale maiuscola. Continua a leggere…

La comunicazione business funziona se è utile e semplice

comunicazione businessUtilità e semplicità: due requisiti imprescindibili per qualsiasi comunicazione business. In altri termini: vuoi poter raggiungere i tuoi potenziali clienti con messaggi efficaci, soprattutto online? Ecco allora due suggerimenti su come sfruttare il web per avere più visibilità e, soprattutto, per fare più affari: sii utile e semplice.

Utile a chi? È semplice: utile ai tuoi potenziali clienti. Perché qualsiasi utente web, quando naviga in Rete, è alla ricerca della sostanza. Non vuole cioè perder tempo a leggere dell’ennesima azienda che si definisce “giovane e dinamica, leader di mercato, tesa a soddisfare le esigenze della clientela più esigente”. I tuoi potenziali clienti, quando navigano sul web, vogliono trovare contenuti di qualità, cioè contenuti che diano risposte pratiche e risolutive ai loro bisogni. Continua a leggere…

Come far crescere il vostro business, I. Cooper [RECENSIONE]

come far crescere il vostro businessEcco una domanda che tormenta praticamente tutti gli imprenditori e gli amministratori delegati: come trovare nuovi clienti? Una risposta viene per esempio dal manuale di Ian Cooper, imprenditore e consulente inglese. Sto parlando del libro Come far crescere il vostro business, moltiplicare la clientela e la redditività (lo puoi trovare anche su Amazon.it).

Nelle circa duecento pagine del volume, Cooper ci guida passo passo ad assimilare un metodo pratico che ci aiuta a fare lead generation, cioè a generare contatti commerciali in target. In realtà, le pagine dell’autore sono particolarmente interessanti perché la lead generation è solo il terzo step del metodo che ci viene illustrato. E quali sono gli altri due? Continua a leggere…